Alla Pinacoteca Servolini la mostra “La malinconia mediterranea di Gastone Breddo”

Tra gli artisti più influenti nella Toscana degli anni '60 del Novecento

pinacoteca servolini mostra gastone breddo
Share

Pubblicato ore 12:00

COLLESALVETTI – Si inaugura oggi, martedì 1 settembre, alle ore 17, alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini (via Umberto I, n. 63), la mostra “La malinconia mediterranea di Gastone Breddo. Momenti del gusto astratto-concreto tra cartocci morandiani e laguna soledad”, promossa dal Comune di Collesalvetti, in occasione della Fiera Paesana 2020.

La mostra intitolata a Gastone Breddo (Padova, 1915 – Calenzano, 1991) intende celebrare la carriera di uno dei protagonisti più influenti nella Toscana degli anni ’60 del Novecento, non solo in veste di Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Firenze dal 1964 al 1983 e quindi di titolare della Cattedra di Pittura della stessa Accademia a partire dal 1963, ma anche in relazione al ruolo di baricentro, riconosciutogli da Guido Ballo, di riflessioni linguistiche intorno alle problematiche dell’evoluzione del gusto astratto-concreto.

Ideata e curata da Francesca Cagianelli, in collaborazione con Leonetto Vignali e con la cortese partecipazione di Benedetta Breddo, la mostra sarà visitabile fino al 19 novembre 2020, tutti i giovedì, ore 15.30-18.30, ingresso gratuito, entrata per fasce orarie/anche su prenotazione al numero 3926025703.

Informazioni: 0586980255 – pinacoteca@comune.collesalvetti.li.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*