“Aldo Moro-Lettere dalla prigionia” alla Feltrinelli

A introdurre l'opera saranno Claudio Frontera e MarcoTaradash

aldo moro

LIVORNO – “Aldo Moro-Lettere dalla prigionia” è un saggio curato da Miguel Gotor che raccoglie intergralmente le circa centro lettere scritte da Moro nei 55 giorni di prigionia. Gotor ne offre un’edizione accurata che restituisce le parole più vere dell’uomo politico. E attraverso quelle parole riporta il lettore al quadro storico di quegli anni, a una tragedia del potere raccontata in modo nuovo e avvincente: senza ipotesi fantasiose ma con una scansione di informazioni documentate, suggestive e inquietanti.

Il volume verrà presentato questo pomeriggio, giovedì 28 giugno, alle 17.30 presso la libreria Feltrinelli (via di Franco, 12). “Come scriveva Aldo Moro durante i 55 giorni della prigionia? – si legge nel libro – Come lavoravano i brigatisti? Che fine hanno fatto gli originali delle carte dell’uomo politico? Per quale ragione le lettere sono state ritrovate dattiloscritte e in fotocopia in due momenti diversi (nell’ottobre 1978 e nell’ottobre 1990) nello stesso covo di Milano? Quali sono i brani censurati e manipolati dalle Br? In che misura questi testi contengono l’autentico pensiero del loro autore? Cosa voleva comunicare Moro attraverso le lettere? Cosa fece il governo italiano per affrontare l’attacco terrorista?”.

A introdurre l’opera sarà Claudio Frontera con il commento di MarcoTaradash e di Enrico Dello Sbarba. Le conclusioni saranno affidate a Pier Giorgio Curti, psicoterapeuta.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*