Alberto Pagliaro, lo stile, la personalità, le forme poliedriche nella mostra sul fumetto

Seconda tappa di "2021 Arte giovane a confronto"

La Traviata, adattamento a fumetti
Share

Pubblicato ore 18:00

  • di Gianluca Donati

Livorno – Dopo l’incontro avvenuto alla Villa Trossi-Umberto con l’autore, è stata inaugurata la mostra di fumetto e illustrazione delle opere di Alberto Pagliaro, presso Via Rossini 2 nella sede della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci (visitabile fino all’8 settembre). Si tratta della seconda tappa dell’evento 2021 Arte Giovane a confronto, a cura di Michele Pierleoni, che è iniziato con la mostra di Tattoo con Pable DE, e si concluderà con la terza e ultima esposizione, quella di Uovo alla Pop (dal 10 al 15 settembre).

Alberto Pagliaro

La mostra di Alberto Pagliaro è veramente molto bella e vale la pena vederla. Si divide in due settori quella dedicata al fumetto, con tavole dai disegni dai tratti inconfondibili del proprio stile, alcuni con vivaci colori sgargianti, altre tavole invece in bianco e nero e con una sprizzata di eros. Tra i personaggi ritratti c’è anche Dylan Dog.

 

L’altro settore invece è quello dell’illustrazione, composta da ritratti di persone, dove lo stile diventa più pittorico, che grafico, e tutti i ritratti dei personaggi hanno lunghi colli che rimandano allo stile di Amedeo Modigliani, anche se il cromatismo è molto distante da quello del pittore labronico. I due settori però, contengono contaminazioni: le tavole fumettistiche hanno evidenti tratti pittorici, e le illustrazione sono influenzate dall’esperienza accumulata del comics. Alla fine, da tutta la mostra emergono lo stile, la personalità, le idee e le passioni dell’artista, che si esprime nelle sue poliedriche forme.

L’artista

Alberto Pagliaro è nato a Firenze nel 1972. Fumettista e illustratore, consegue il Diploma di Maestro d’Arte in Moda e Costume presso l’Istituto d’Arte di Firenze. Ha pubblicato in Italia per le riviste Selen, Kaos, Schock Magazine, Baribal, Next Exit, Blue Maxim, Il Vernacoliere, ActionAid Magazine. Nel 2000 inizia la sua collaborazione con le più importanti case editrici e fondazioni artistiche internazionali: Casterman, Delcourt, Dupuis, Disney, Coconino press, Kstr, Dargaud, Glénat, Sergio Bonelli Editore, Oxford University, Teatro Comunale di Modena “Luciano Pavarotti”. È docente di Fumetto e illustrazione presso la TheSing-Comic 6 Arts Academy di Firenze e la Fondazione d’Arte Trossi-Uberti di Livorno.

Orari mostra tutti i giorni: 10.30-12.30 / 16.00-18.00. Chiuso il sabato mattina e la domenica.
Ingresso libero, non necessario Green Pass.

Info e prenotazioni: marketing@bcccastagneto.it.
Tel. 0586210180.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*