Al via San Patrizio Festival, un’immersione nelle atmosfere irlandesi

Tre giorni all'ex Cinema Aurora con teatro, musica e letteratura

san patrizio

LIVORNO – La città labronica si tinge di verde per il San Patrizio Festival. Da oggi e fino a domenica 17 (giorno in cui si celebra San Patrizio) l’ex Cinema Aurora (viale Ippolito Nievo, 28) sarà teatro di una serie di iniziative legate alla letteratura, alla musica, al teatro e alle degustazioni irlandesi, sì perché San Patrizio è il santo patrono dell’Irlanda. La nostra città ha deciso di festeggiarlo, da un’idea di Massimiliano Roveri, perché antiche fonti storiche testimoniano il passaggio del Santo a Livorno.

L’appuntamento più importante del Festival, che partirà questo pomeriggio alle ore 18 con la cerimonia di apertura, è la presenza di tre scrittori di fama internazionale: Catherine Dunne (madrina del Festival), la scrittrice irlandese più letta in Italia e insignita recentemente del premio Irish Pen Award sua ultima fatica il romanzo “Come cade la luce” (2018); John Banville, uno dei più importanti scrittori irlandesi e candidato al Nobel per la letteratura e l’italiano Marco Vichi. E proprio Catherine Dunne e John Banville saranno reicevuti questa mattina in Comune dall’assessore alla cultura Francesco Belais.

I tre scrittori nel corso del Festival presenteranno in anteprima mondiale tre racconti inediti grazie a un progetto letterario intitolato Dublin Tarot Project e ispirato alla lettura di “Il castello dei Destini Incrociati” di Italo Calvino.

Qui di seguito il programma

Venerdì 15 marzo 2019

Ore 18: cerimonia di apertura, ringraziamento degli sponsor e partner. Con: Catherine Dunne, Michele Marziani, Federica Sgaggio;
Ore 18.30: comunicazione shortlist del Flash Fiction Contest;
Ore 18.45: il “craic” – pub time in pieno stile Italish, tra Guinness e Jameson, vini e aperitivi locali;
Ore 20.00: cena informale, facoltativa. Gradita la prenotazione: contattare l’Ex Cinema Aurora su Facebook o al 3383764627;
Ore 22: Naomi Berrill live – Venti d’Irlanda – Concerto. Venti d’Irlanda è la storia di parole, musiche e storie che viaggiano dalla verde terra per tutto il mondo passando e travalicando porti, mari, pianure e montagne.

Sabato 16 marzo 2019

Ore 16.30: Biciclette Irlandesi – San Patrizio Livorno Festival & FIAB Livorno: Irlanda in bicicletta tra viaggi e storie. Con Maria Gabriella Berti, Claudio Monteleone, Max O’Rover;
Ore 18.00: Invoking the inhuman: Beckett, JB Yeats – Federico Platania;
Ore 19.00: Dublino, Quirke; Bordelli, Firenze: Vichi, Banville – John Banville in conversazione con Marco Vichi. Sotto la regia di Catherine Dunne, due maestri della letteratura di genere e non solo, si confrontano per la prima volta in assoluto sui temi del noir, portando in scena due protagonisti e due città: Firenze con il commissario Bordelli, Dublino con l’anatomo-patologo Quirke.
Ore 20.30: Cena con gli autori – facoltativa, richiede prenotazione: contattare l’Ex CinemaAurora su Facebook o al 3383764627. Una grande occasione per interagire, in un ambiente accogliente e informale, con i tre scrittori ospiti d’onore;
Ore 22.30: The Fireplaces live – Concerto. The Fireplaces tornano al San Patrizio Livorno Festival dopo la strepitosa esibizione del 2018. Tantissima energia e commistioni tra Irlanda e resto del mondo per un concerto imperdibile.

Domenica 17 marzo 2019

Dalle ore 12.00 alle 14.00: pranzo informale, facoltativo. Gradita la prenotazione: contattare l’Ex Cinema Aurora su Facebook o al 3383764627;
Ore 14.00: Spazio giochi (di ruolo e non) – Demo del gioco “Craic” e delle Frasi Fatte Beckettiane per On Stage;
Ore 15.00: I muri, i calci: storie di due Irlande – con Gianluca Cettineo e Francesco Scarrone. Introduce Max O’Rover;
Ore 16.00: Identità tradite: Nietzsche e Mann in ‘L’Invenzione del Passato’ – Simone Farinella. Anche Simone Farinella, giovane filosofo livornese, torna al Festival. Sotto la sua lente, e alla presenza dell’Autore, le suggestioni filosofiche alla base di uno dei capolavori di John Banville: L’Invenzione del Passato / Shroud.
Ore 17.00: Nessun Altro – Atto Unico sul rugby, la vita e tutto il resto – di Max O’Rover. Messa in scena a cura di Claudio Monteleone. Con Claudio Monteleone e Dario Greco;
Ore 18.45: comunicazione vincitori del Flash Fiction Contest;
Ore 19:00: il Dublin Tarot Project: un ambizioso progetto letterario internazionale presenta a Livorno tre storie inedite, scritte dai tre autori ospiti d’onore ispirate all’immaginario dei Tarocchi e alla relativa opera di Calvino. Letture di Claudio Monteleone.
Ore 20.30: Cena con gli autori – facoltativa, richiede prenotazione: contattare l’Ex Cinema Aurora su Facebook o al +39 3383764627. Una grande occasione per interagire, in un ambiente accogliente e informale, con i tre scrittori
ospiti d’onore;
Ore 22.30: Esperanto Band feat. Marta Degl’innocenti e Susanna Di Scala live @SPLF 2019 – Concerto. Esperanto Band ha come obiettivo musica folk e gipsy. Gli elementi sono: fisarmonica, batteria, contrabbasso e chitarra/voce.

Informazioni: Massimiliano Roveri – 353(0)877101531 – info@italish.eu – qrobeire@gmail.com.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*