Al via “Opera Oggi” in Goldonetta con Matrioska: una labirintica vicenda a incastri

Quattro opere composte da compositori moderni

Da sn: Mae Hayashi, Stefano Mecenate, Antonella Biondo e Luis Javier Jimenez Garcia
Share

Pubblicato ore 14:00

  • di Diletta Fallani

LIVORNO – Prende il via domani, domenica 6 novembre, la rassegna musicale “Opera Oggi” della Fondazione Teatro Goldoni. Obiettivo della rassegna, dare visibilità a 4 opere, composte da compositori moderni per il Teatro di oggi.

Presso i locali della Goldonetta, alle ore 17.00, sarà infatti possibile assistere in prima assoluta a “Matrioska” di Marco Simoni su libretto di Fabrizio Altieri con la regia di Stefano Mecenate. L’opera durerà sessanta minuti e vedrà cinque cambi di scena. Un’opera da camera che, attraverso continue trasformazioni, giocherà tra la realtà e l’immaginazione. Le storie, incastonate le une nelle altre come le bamboline russe, toccheranno, attraverso il registro leggero dell’ironia e del gioco, temi quali la guerra e la pace, l’abbandono, la salvezza, la paura, la gioia, l’imprevisto.

Il pubblico sarà accompagnato all’interno di una labirintica vicenda ad incastri, stuzzicandone la curiosità ed invitandolo a non fermarsi alle apparenze. Ciò che vedranno sarà solo l’apparenza della storia: quella vera, ovvero ciò che contiene, sarà nascosta tra le pieghe di un dialogo semplice e di una musica accattivante.

L’opera procederà per gradi, quasi fossero stazioni dove sostare per coglierne il messaggio, fino a tornare all’origine. “Ho cercato di suggerire tutto questo offrendo uno spettacolo minimalista – spiega il regista Stefano Mecenate – affinché non vi fossero troppi elementi distrattivi, ma al contempo ho provato a lasciare qua e là degli elementi che aiutassero ad andare oltre le apparenze di questa suggestiva favola”.

Personaggi e interpreti: Principessa Nora, l’orsacchiotto, una naufraga, la donna misteriosa del bosco Antonella Biondo soprano; Re Manfredo, il boia, l’uomo fuggiasco, il soldatino di legno Luis Javier Jimenez Garcia tenore; Regina Gilda, una naufraga, la donna condannata a morte, il cavalluccio a dondolo, il folletto Mae Hayashi contralto. Musicisti Eleonora Donnini flauto, Federica Fontana violino, Michele Roffi contrabbasso, Stefano Cresci oboe, Chiara Mariani piano; aiuto regista Luciano Oriundo.

Biglietti: 5 € intero, 2 € ridotto under 20, in vendita presso la biglietteria del Teatro Goldoni aperta il martedì e giovedì ore 10/13 e mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30/19.30 e on line su www.goldoniteatro.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*