Al Teatro Vertigo la storia dell’amore contrastato in “La Foresta”

Opera del russo Aleksandr Nicolaevic Ostrovskij

la foresta
Un'immagine dello spettacolo regia e adattamento di Roberto Birindelli

LIVORNO – È la storia di un amore contrastato raccontata in modo leggero e divertente quella proposta nello spettacolo “La Foresta” in scena al Teatro Vertigo (via del Pallone, 2), domani, sabato alle 21.30, con replica domenica alle 17.30, del russo Aleksandr Nicolaevic Ostrovskij, considerato lo “Shakespeare” del teatro russo moderno.

La storia racconta di una giovane che si oppone con passione e coraggio alla prepotenza della zia, una ricca vedova avara di soldi e di cuore nei confronti del prossimo, ma pateticamente generosa nelle sue smanie amorose verso un giovane arrampicatore sociale. Un affresco della società russa di fine 800 ma pienamente attuale nel riproporre l’eterna lotta tra gli opportunisti e coloro che perseguono ideali di giustizia, gli stessi ideali che più tardi saranno alla base della rivoluzione russa.

Sul palco la compagnia Teatro Studio di Pisa con la regia e adattamento di Roberto Birindelli.

Interpreti: Mariella Dessena, Mariacristina Impagnatiello, Claudio Andreotti, Silvia Parenti, Alessandro Pingitore, Massimiliano Barsotti, Valerio Marino, Roberto Birindelli, Paola Mencarini, Filippo Cascini, Francesco Cosci.
Per prenotazioni: 0586210120.

Biglietti: 12 intero, 7 ridotto (bambini fino ai 12 anni e allievi corsi Vertigo)

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*