Al Teatro Goldoni va in scena La Traviata in una nuova produzione

Sabato 22 gennaio, alle ore 20.30 e domenica 23 alle ore 16

Foto: V. Zanaga
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – Torna al Teatro Goldoni per la stagione lirica una delle opere più amate dal pubblico di tutto il mondo: La traviata di Giuseppe Verdi. Sabato 22 gennaio, alle ore 20.30 e domenica 23 alle ore 16, in una nuova produzione realizzata dal Teatro Sociale di Rovigo (che ne ha curato l’allestimento), insieme ai Teatri Comunale di Treviso, Goldoni di Livorno, Giglio di Lucca e Comune di Padova.

Nei ruoli principali, Claudia Pavone che sarà Violetta Valéry: soprano ricco di sfumature e spessore interpretativo, vanta un legame speciale con questo personaggio da quando lo interpretò per la priva volta in forma di concerto scelta dal M° Riccardo Muti.

Nel ruolo dell’appassionato e tormentato Alfredo alla prima di sabato sarà Raffaele Abete, artista che negli ultimi anni ha calcato palcoscenici quali New York City Opera e Opera Carolina negli Stati Uniti, Toledo Opera, Arena di Verona, Comunale di Bologna, Festival di Torre del Lago (La Bohème); nella pomeridiana di domenica ascolteremo Gianluca Terranova, che vanta un’ampia carriera internazionale.

Giorgio Germont sarà il baritono Simone Piazzola che raggiungerà al Teatro Goldoni il numero delle 192 recite in questo ruolo, a lui molto caro. “Si tratta di un ruolo che mi ha dato tanto – dice il baritono – e mi ha portato a maturare la mia visione del personaggio che non va visto come un padre egoista, ma come un uomo che mette davanti a tutto il bene della sua famiglia e in buona fede cerca i mezzi per dar loro il meglio, non un uomo senza cuore che vuol prevalere sugli altri ma un uomo che sa cambiare idea, usar giudizi. Un uomo che sa giungere ad un cambio di rotta pentendosi del suo comportamento e riconoscendo, con umiltà, i propri limiti. Un grande insegnamento per chi pensa di avere sempre la verità assoluta in mano senza mai pensare che a volte bisogna guardare la realtà con sensibilità ed occhi diversi”.

Simone Piazzola. Foto: Fracesca Marta (x web)

Francesco Rosa dirigerà l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, Coro Lirico Veneto (Maestro del coro Giuliano Fracasso). Ivan Stefanutti realizza la parte visiva, la regia, le scene, i costumi e le proiezioni.

Con loro sul palco: Michela Bregantin (Annina), Andreina Drago (Flora Bervoix), Emanuele Giannino (Gastone), Francesco Toso (Il marchese d'Obigny), William Corrò (Il barone Douphol), Michele Zanchi (Il dottor Grenvil), Roberto Capovilla (Giuseppe), Giovanni Bertoldi (Il Commissionario), Giuseppe Nicodemo (Un domestico).

Biglietti e informazioni

Biglietti ancora disponibili per entrambe le rappresentazioni presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586204290), aperto il martedì e giovedì ore 10/13 e il mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30/19.30. La vendita
dei biglietti è anche online su www.goldoniteatro.it – www.ticketone.it.
Si ricorda che per accedere in Teatro è necessario il green pass rinforzato ed indossare la mascherina ffp2.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*