Al Teatro Goldoni la celebre sinfonia “Dal Nuovo Mondo” di Dvorak

Sarà anche presente il compositore ucraino Alexey Shor

Daniel Raiskin. Foto: Dariusz Kulesza
Share

Pubblicato ore 16:00

LIVORNO – Capace di conquistare lo spettatore fin dal primo ascolto per la bellezza del suo tema, l’imponenza dei ritmi e l’incredibile varietà di colori che la caratterizzano dall’inizio alla fine, arriva sul palco del Teatro Goldoni, per la stagione sinfonica, la Sinfonia n. 9 in mi minore “Dal Nuovo Mondo” op. 95 di Antonin Dvorak.

L’appuntamento è per questa sera, sabato 29 ottobre, alle ore 21 e domani, domenica 30 ottobre, alle ore 17. “Dal nuovo mondo” è un omaggio che il grande compositore ceco dedicò al continente americano durante il suo soggiorno a New York verso la fine dell’800, utilizzando per questa sinfonia gli stimoli musicali e culturali ricevuti (dai canti della comunità indiana agli spirituals dei neri americani), filtrati e sviluppati con una sensibilità tutta europea e resi attraverso una felicissima orchestrazione.

Sabato, la serata, sarà presentata in collaborazione con Accordi Musicali International Classical Music Festival, un’importante realtà musicale di respiro europeo con sede a Malta particolarmente attiva nel proporre anche all’estero grandi concerti sinfonici: sul palcoscenico livornese, protagonista sarà l’Orchestra del Teatro Goldoni che avrà alla guida due distinti direttori, entrambi di fama internazionale. Sabato sera (concerto in abbonamento) salirà sul podio il russo Daniel Raiskin.

Nella pomeridiana di domenica (fuori abbonamento, ma comunque aperto per gli abbonati che volessero risentire il concerto), sarà la volta del giovane ed affermato direttore ungherese Gergely Madaras, da alcuni anni Direttore Musicale dell’Orchestre Philharmonique Royal de Liège, con solide relazioni professionali in tutta Europa, quale ospite di orchestre prestigiose.

Ulteriore ed importante momento del concerto sarà la nuova tappa di conoscenza della produzione di Alexey Shor, artista di talento del nostro tempo nato a Kiev nel 1970 e compositore residente del Festival Accordi Musicali. Shor, sia sabato che domenica, sarà al Teatro Goldoni: è previsto un suo intervento con il pubblico al termine dell’esecuzione di suoi lavori che includono, per sabato, il brillante balletto “The Crystal Palace”. Al Goldoni questa parte si avvarrà dell’interpretazione di una cantante d’eccezione, un’autentica star della lirica quale Danielle de Niese. Domenica sarà eseguito il “Concerto per violino in do minore” di Shor, composto nel 2021 durante uno dei lockdown nazionali per la pandemia di Covid. Anche per quest’opera è previsto un solista di solida fama internazionale quale il violinista russo Boris Brovtsyn.

Alexey Shor

Biglietti e prenotazioni

Ancora possibile abbonarsi all’intera Stagione sinfonica al costo promozionale di € 35, che prevede 8 concerti + 2 gratuità straordinarie per gli abbonati (il Concerto di Epifania e “Le quattro stagioni” di Vivaldi il 29 novembre); biglietti € 10 (€ 5 per gli under 25) presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290), aperto il martedì e giovedì ore 10-13, il mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30-19.30 ed online su www.goldoniteatro.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*