Al Teatro Enzina Conte di scena la comicità con “Delirium Ridens”

Tre atti unici: Campanile, Cirri e il lavoro inedito di Paola Pasqui

Share

Pubblicato ore 18:00

LIVORNO – Tre atti unici di diverso genere di comicità: il surreale di Achille Campanile, la Parodia di Aldo Cirri e la geniale penna di Paola Pasqui compongono il secondo spettacolo del cartellone del Teatro Enzina Conte del  Vertigo. Dopo il successo della performance di Claudio Marmugi, sabato 30 alle 21 e domenica 31 alle 17 (attenzione all’ora legale) in via del Pallone 2 vanno in scena gli attori della scuola di arti sceniche Enzina Conte.

Il titolo della serata è “Delirium Ridens“, titolo di fantasia che racchiude i tre atti unici, ma che è foriero, appunto, di risate.

Nel primo di Campanile due coniugi litigano fino all’estrema scelta di una possibile separazione, ma il motivo del contendere è di una futilità assoluta. Campanile grande “critico” della società piccolo borghese italiana si diverte ad esagerare gli eventi per mettere in ridicolo i comportamenti umani.

Nel secondo, la “storia” di Adamo ed Eva e la mela viene “rivisitata” da Cirri in modo parodistico. Dio e gli altri personaggi parlano in toscano, per scelta del regista Marco Conte il diavolo parlerà con un accento tendente al pisano.

Nel terzo di Paola Pasqui, siamo alla vigilia delle nozze di due giovani sposi che si recano ad assaggiare il menù proposto da un improbabile chef che vive con una compagna dall’igiene discutibile e la cuoca iettatrice. la madre dello sposo invadente e logorroica, la cameriera geniale, la nonna sorda e un po’ “rinco” e la sorpresa finale fanno il resto. Il lavoro di Paola Pasqui è stato scritto appositamente per gli attori, al termine di uno stage di comicità condotto da Marco Conte e la stessa attrice.

In scena Ginevra Consoloni, Marzia Bandoni, Riccardo Fara, Francesca Nobile, Marcello Palagi, Elena Romoli, Giulia Socci, David Stefanini. Con la partecipazione di Leonardo Demi.
Costumi Claudia Baroni. Costumeria Panciatici.

Prenotazioni 0586210120 – obbligo di green pass e mascherine.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*