Al San Patrizio Livorno Festival tre scrittori di fama internazionale

Catherine Dunne, John Banville e Marco Vichi all'ex Cinema Aurora

arriva a Livorno il Festival di San Patrizio con tre autori di fama internazionale
Da sn: Claudio Monteleone e Francesco Belais. In videoconferenza Catherine Dunne e Massimiliano Roveri
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Esistono fonti storiche che attestano il passaggio di San Patrizio, patrono e figura iconica d’Irlanda, a Livorno.

Proprio da questa testimonianza è nata un anno fa l’idea di celebrare il giorno di San Patrizio (17 marzo) anche nella nostra città con un vero e proprio festival che si terrà dal 15 al 17 marzo all’ex Cinema Aurora con ingresso libero.

“Quella dello scorso anno è stata un po’ la data zero – ha detto Massimiliano Roveri, livornese, trasferitosi da alcuni anni in Irlanda e organizzatore del Festival – quella di quest’anno invece sarà una vera e propria festa. Il San Patrizio Livorno Festival sarà dedicato alla letteratura, alla musica, al teatro irlandesi e alla bicicletta“.

Tre scrittori internazionali

Ma soprattutto il Festival farà arrivare nella nostra città tre scrittori di rilevanza internazionale: Catherine Dunne (madrina del Festival), la scrittrice irlandese più letta in Italia e insignita recentemente del premio Irish Pen Award sua ultima fatica il romanzo “Come cade la luce” (2018); John Banville, uno dei più importanti scrittori irlandesi e candidato al Nobel per la letteratura e l’italiano Marco Vichi.

Per la presentazione del Festival Massimiliano Roveri e Catherine Dunne si sono collegati dall’Irlanda nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina.

Tre racconti inediti

I tre scrittori nel corso del Festival presenteranno in anteprima mondiale tre racconti inediti grazie a un progetto letterario intitolato Dublin Tarot Project e ispirato alla lettura di “Il castello dei Destini Incrociati” di Italo Calvino.

Tra letteratura, cibo e… bicicletta

Non mancheranno degustazioni tipicamente irlandesi, sono previsti incontri letterali su autori come Beckett, Yeats, concerti di musica folk e gipsy e uno spazio sarà dedicato alle biciclette.

Maria Gabriella Berti, consigliera di “FIAB Livorno – La Triglia in Bicicletta”, racconterà il suo viaggio in Irlanda sulle due ruote. Il video-racconto diventerà l’occasione per scoprire come la bicicletta viene usata nella letteratura irlandese, come accade per esempio in “Il terzo poliziotto” di Flann J. O’Brien, romanzo surreale, misto tra fantascienza e giallo.

“Un progetto inclusivo, aperto al mondo, che avvicina le nostre culture – ha detto l’assessore alla cultura Francesco Belais – questo Festival ospiterà esponenti importanti del mondo della letteratura internazionale e non solo per cui siamo davvero grati di conferire il patrocinio alla manifestazione. Inoltre nel weekend dell’evento, illumineremo di verde due monumenti livornesi, come accade in molte altre città che festeggiano San Patrizio: abbiamo scelto il Gazebo della Terrazza Mascagni e il Cisternino di Città“.

Il Festival è promosso da Q-ROB e “Creative HQ” con il patrocinio dell’Ambasciata d’Irlanda, Culture Ireland e del Comune di Livorno.

Qui di seguito il programma

Venerdì 15 marzo 2019

Ore 18: cerimonia di apertura, ringraziamento degli sponsor e partner. Con: Catherine Dunne, Michele Marziani, Federica Sgaggio;
Ore 18.30: comunicazione shortlist del Flash Fiction Contest;
Ore 18.45: il “craic” – pub time in pieno stile Italish, tra Guinness e Jameson, vini e aperitivi locali;
Ore 20.00: cena informale, facoltativa. Gradita la prenotazione: contattare l’Ex Cinema Aurora su Facebook o al 3383764627;
Ore 22: Naomi Berrill live – Venti d’Irlanda – Concerto. Venti d’Irlanda è la storia di parole, musiche e storie che viaggiano dalla verde terra per tutto il mondo passando e travalicando porti, mari, pianure e montagne.

Sabato 16 marzo 2019

Ore 16.30: Biciclette Irlandesi – San Patrizio Livorno Festival & FIAB Livorno: Irlanda in bicicletta tra viaggi e storie. Con Maria Gabriella Berti, Claudio Monteleone, Max O’Rover;
Ore 18.00: Invoking the inhuman: Beckett, JB Yeats – Federico Platania;
Ore 19.00: Dublino, Quirke; Bordelli, Firenze: Vichi, Banville – John Banville in conversazione con Marco Vichi. Sotto la regia di Catherine Dunne, due maestri della letteratura di genere e non solo, si confrontano per la prima volta in assoluto sui temi del noir, portando in scena due protagonisti e due città: Firenze con il commissario Bordelli, Dublino con l’anatomo-patologo Quirke.
Ore 20.30: Cena con gli autori – facoltativa, richiede prenotazione: contattare l’Ex CinemaAurora su Facebook o al 3383764627. Una grande occasione per interagire, in un ambiente accogliente e informale, con i tre scrittori ospiti d’onore;
Ore 22.30: The Fireplaces live – Concerto. The Fireplaces tornano al San Patrizio Livorno Festival dopo la strepitosa esibizione del 2018. Tantissima energia e commistioni tra Irlanda e resto del mondo per un concerto imperdibile.

Domenica 17 marzo 2019

Dalle ore 12.00 alle 14.00: pranzo informale, facoltativo. Gradita la prenotazione: contattare l’Ex Cinema Aurora su Facebook o al  3383764627;
Ore 14.00: Spazio giochi (di ruolo e non) – Demo del gioco “Craic” e delle Frasi Fatte Beckettiane per On Stage;
Ore 15.00: I muri, i calci: storie di due Irlande – con Gianluca Cettineo e Francesco Scarrone. Introduce Max O’Rover;
Ore 16.00: Identità tradite: Nietzsche e Mann in ‘L’Invenzione del Passato’ – Simone Farinella. Anche Simone Farinella, giovane filosofo livornese, torna al Festival. Sotto la sua lente, e alla presenza dell’Autore, le suggestioni filosofiche alla base di uno dei capolavori di John Banville: L’Invenzione del Passato / Shroud.
Ore 17.00: Nessun Altro – Atto Unico sul rugby, la vita e tutto il resto – di Max O’Rover. Messa in scena a cura di Claudio Monteleone. Con Claudio Monteleone e Dario Greco;
Ore 18.45: comunicazione vincitori del Flash Fiction Contest;
Ore 19:00: il Dublin Tarot Project: un ambizioso progetto letterario internazionale presenta a Livorno tre storie inedite, scritte dai tre autori ospiti d’onore ispirate all’immaginario dei Tarocchi e alla relativa opera di Calvino. Letture di Claudio Monteleone.
Ore 20.30: Cena con gli autori – facoltativa, richiede prenotazione: contattare l’Ex Cinema Aurora su Facebook o al +39 3383764627. Una grande occasione per interagire, in un ambiente accogliente e informale, con i tre scrittori ospiti d’onore;
Ore 22.30: Esperanto Band feat. Marta Degl’innocenti e Susanna Di Scala live @SPLF 2019 – Concerto. Esperanto Band ha come obiettivo musica folk e gipsy. Gli elementi sono: fisarmonica, batteria, contrabbasso e chitarra/voce.

Informazioni: Massimiliano Roveri – 353(0)877101531 – info@italish.eu – qrobeire@gmail.com.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*