Al Niccolini Palli una mostra racconta Modigliani studente e la vita di fine 800

Si terrà anche l'appuntamento con la notte nazionale del liceo classico

compelanno modì
Amedeo Modigliani
Share
  • di Gianluca Donati

LIVORNO – Due iniziative culturali da non perdere, entrambe organizzate dal Liceo Niccolini-Palli (via Ernesto Rossi, 6). Si tratta della mostra di archivi storici “A scuola di Dedo” pensata come un importante contributo alle celebrazioni di Amedeo Modigliani, e che si svolgerà tra il 16 gennaio e il 17 febbraio, e “La notte nazionale del Liceo Classico”, che animerà la serata del 17 gennaio.

“A scuola di Dedo”

È un lavoro condotto negli ultimi due mesi, collegato come evento collaterale alla mostra di Modigliani, un’offerta culturale della scuola alla cittadinanza che apre uno scorcio sulla scuola negli anni in cui Modì la frequentò. Si tratta di una mostra di tipo archivistico, quindi storica che di Modigliani non rivela solo i suoi risultati scolastici, ma permette di conoscere meglio aspetti storici della scuola e della vita di quei tempi.

Nonostante l’archivio soffra di lacune dovute alla guerra e altre ragioni, si è riusciti a trovare nel periodo della presenza di Modigliani, ovvero, 1893/98, informazioni interessanti, come quelle che raccontano dell’anno 1893 in cui ci fu uno spostamento delle lezioni, che normalmente iniziavano in ottobre, slittate al 23 novembre; un’indagine storica ha riportato alla luce che quel periodo Livorno era stata attraversata da un’epidemia di colera che obbligò la posticipazione dell’apertura scolastica.

Altri documenti descrivono l’istituzione scolastica di quei tempi, come l’introduzione dell’intervallo che avvenne nel 1894, che rivoluzionò la scansione oraria precedentemente ripartita tra mattina e pomeriggio. È stato poi possibile accedere ai programmi didattici del periodo, scoprendo che allora era molto dibattuto se il greco dovesse rimanere come materia di studio accanto al latino. Altri documenti rivelano la storia di un docente, il professor Bottai, che avrà una fine tragica, riguardo al quale Pascoli scrisse in relazione a quell’anno scolastico le proprie riflessioni. Molto attuali sembrano essere le carte che parlano dell’obbligo delle vaccinazioni.

A proposito di Modigliani, ci si immagina che il pittore possa aver incrociato la prima diplomata del Liceo Classico, Palmira Jona, la quale ebbe una storia personale molto particolare: uscita dall’istituto nel 1896 a pieni voti, si iscrisse alla Normale, e successivamente diventò insegnante trasferendosi in Piemonte, quando finì vittima delle leggi razziali, che le provocarono l’espulsione dalla scuola a Torino, per poi fortunatamente rientrare successivamente nel suo ruolo d’insegnante.

La mostra archivistica nella sede della Biblioteca dell’IlS Niccolini Palli (via Ernesto Rossi 6) sarà aperta al pubblico lunedì – venerdì: ore 9-13, martedì – giovedì: ore 15-19. Informazioni: 0586898084 – 3383846038.

La notte nazionale del Liceo

Giunta già alla sesta edizione, quest’anno si svolgerà il 17 gennaio dalle 18 alle 24. Quel giorno, tutti i licei d’Italia resteranno aperti e i ragazzi s’ingegneranno a mettere in scena letture e rappresentazioni teatrali, tratte dai loro studi. I ragazzi, che ovviamente non sono attori, iniziano una settimana prima i lavori di preparazione della serata, con la supervisione di alcuni docenti che li seguono. Si tratta di un’occasione per gli alunni di prendere coscienza che i loro studi sono tutt’altro che “morti”, e per trasmettere alla cittadinanza la forte relazione tra queste opere classiche e la realtà attuale.

Quest’anno, il tema che riguarda tutte le cinque classi, sia il mondo greco, quello latino e della letteratura italiana, ruoterà attorno alle figure femminili nelle letterature. Come ogni anno, gli allievi si cimenteranno anche nella realizzazione di un rinfresco che conterrà cibi greci e latini antichi, tratti da alcune ricette storiche.

Programma.
Venerdì 17 Gennaio 2020, 18.00-24.00

Aula Magna
18.00
Presentazione dell’evento e saluti della Dirigente Scolastica
Proiezione del video introduttivo
Introduzione musicale
Lettura del testo vincitore sul valore della cultura classica
Spettacolo di apertura: “C’è posta per te”, (classe 4A): una rappresentazione basata sulla finzione di donne della letteratura italiana alle quale viene consegnata una lettera da parte dei propri antagonisti.

Primo piano: Rappresentazioni teatrali dal mondo latino
La cena di Trimalcione” (classe 2A): spettacolo tratto dal romanzo di Petronio, il “Satyricon”, dove viene rappresentato il contrasto tra la ricchezza finanziaria e quella morale.
La Casina” (classe 3A): commedia di Plauto in cui una giovane ragazza promessa come sposa ad un vecchio che, attraverso mille peripezie, riesce a coronare il suo vero amore e a sfuggire al matrimonio forzato.
La cosmesi del mondo antico” (classe 5A): un’esposizione sul concetto di bellezza e sui cosmetici del mondo antico.

Secondo piano: Rappresentazioni teatrali del mondo greco
Il mito di Atlanta” (classe 1A): uno spettacolo che mette in scena l’impossibilità da parte di una ragazza di ricevere un premio di caccia e la sua successiva sua rivalsa.
Lisistrata” (classe 2A): una commedia che narra l’occupazione da parte delle donne greche dell’acropoli di Atene per ottenere una maggiore considerazione da parte dei mariti.
L’incontro tra Odisseo e Nausicaa e il valore imperituro dell’accoglienza” (classe 3A): una rappresentazione che, attraverso l’episodio dell’incontro tra l’eroe greco e la figlia di Alcinoo, ribadisce l’importanza e il valore
della Xenia greca, l’accoglienza indiscriminata e senza pregiudizi dell’ospite e del bisognoso.
To kaλòv” (classe 5A): una discussione tra 4 personaggi di epoche diverse sul concetto di bello e sulla sua relatività

Aula Magna
Ore 22.30
La scelta” (classe 5A): rappresentazione in cui uno studente di terza media indeciso sulla scelta del liceo viene consigliato da diversi personaggi a favore o contro il Liceo Classico.

Ore 23
Drammatizzazione in lingua greca e in italiano dei versi 1-38 dell’Agamennone di Eschilo.
Durante la serata sarà offerta una degustazione di cibi latini e greci.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*