Al Museo Fattori un percorso tematico nella Lingua dei Segni

Iniziative gratuite rivolte alle persone non udenti

museo fattori
Interno Villa Mimbelli. Foto: Glauco Fallani

LIVORNO – Il Museo Fattori apre le porte a un’iniziativa di integrazione rivolta alle persone non udenti. Domenica 24 febbraio alle ore 10.30 si svolgeranno nell’edificio di Villa Mimbelli alcune attività in LIS (Lingua Italiana dei Segni) che consisteranno nell’osservazione dei dipinti esposti nelle sale e nella messa in relazione con documenti e oggetti per conoscere artisti, opere, storie di lavori scomparsi o profondamente cambiati.

L’iniziativa è curata dal Progetto educativo “Nel/Col/Dal Museo civico Fattori di Livorno: opere, percorsi, link” del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa, responsabile la professoressa Antonella Gioli, in collaborazione con il Comune di Livorno e i Servizi educativi del Museo civico Giovanni Fattori. Obiettivo del progetto: mantenere sempre al centro l’opera d’arte promuovendo la Lingua Italiana dei Segni per una maggiore inclusione e crescita, sviluppo della accessibilità al museo e alla cultura.

L’iniziativa Museo civico in LIS è totalmente gratuita e si rivolge a persone non udenti, accompagnatori, studenti dei corsi LIS, formatori, insegnanti e interessati per un massimo di 15 persone.

Info e prenotazione: cell / WhatsApp 3891216310 – 3478197585 oppure e-mail progettomuseofattori@cfs.unipi.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*