Al Museo della Città apre “Progressiva”, la mostra delle arti visive a Livorno

Raccoglie le opere d’arte di ben 69 artisti

Foto: G. Donati
Share

Pubblicato ore 18:15

  • di Gianluca Donati

LIVORNO – Domani venerdì 31 luglio, alle ore 21, si terrà presso il Museo della Città (Bottino dell’Olio – quartiere La Venezia), l’inaugurazione della mostra “Progressiva, arti visive a Livorno dal 1989 al 2020” che avrà luogo tra il 1 agosto e il 4 ottobre, e che godrà di prezzi popolari.

Foto: G. Donati

L’esposizione è stata illustrata alla stampa dall’assessore alla cultura Simone Lenzi e dalla coordinatrice scientifica dell’esposizione Nadia Marchioni e raccoglie opere d’arte complessivamente di ben 69 artisti, grazie al prezioso contributo delle gallerie d’arte: Gallerie 21, Granelli, Peccolo, Giraldi, Guastalla, Gian Marco Casini Gallery.

Una raccolta fra dipinti, tecniche miste, grafica e libri d’artista che offrono uno spaccato dell’arte contemporanea dall’anno della chiusura del Museo Progressivo d’Arte Contemporanea di Villa Maria, avvenuta nel 1989, a oggi.
La mostra accosta artisti uniti da affinità formali e culturali, dall’informale e dall’Espressionismo Astratto a Fluxus e alla Pop Art, dall’Arte Concettuale alla ricerca Analitica fino al Nouveau Réalisme. L’insieme delle opere regala un impatto complessivamente positivo e interessante, con l’indiscutibile merito di avere uno sguardo sprovincializzante, non relegando Livorno alla sua pur nobile tradizione dei macchiaioli, ma azzardando uno squarcio sulle avanguardie e regalando non poche emozioni, come nel caso della grande “Natura morta” di Guttuso del 1952. Altre opere, a mio parere, eccedendo nello sperimentalismo e spingendo troppo oltre l’astratto, appaiano onestamente discutibili, lasciando un po’ perplessi.

Foto: Gianluca Donati

Indiscutibilmente una sola visione della mostra può essere insufficiente per dare una valutazione precisa e definitiva dell’insieme dell’esposizione, per cui, ogni opera richiede una paziente attenzione e la mostra può valorizzarsi se vista più volte, soprattutto per quelle opere “concettuali”, dove l’apprezzamento necessità di una “comprensione” più che un primo impatto estetico. L’arte moderna pone da tempo il problema di fin dove può spingersi il “gusto soggettivo”, invece di una validità oggettiva dell’opera. Nel complessivo è comunque una mostra che vale la pena di vedere e che consigliamo.

Alcune delle opere in esposizione

Orari e biglietti

Orario di visita: dal martedì alla domenica dalle 18,00 alle 24,00 per il periodo dal 1° al 31 agosto 2020 (festivi compresi). Dal martedì alla domenica dalle ore 10,00 alle 19,00 per il periodo dal 1° settembre al 4 ottobre 2020
(festivi compresi).
Visite guidate: dal martedì al giovedì ore 19,30. Venerdì-sabato-domenica 2 turni: ore 19,30 e 22,30.
Ingresso mostra: le tariffe d’ingresso alla mostra comprendono anche l’Ingresso alla Sezione di Arte Contemporanea (ex Chiesa del Luogo Pio).
Biglietto ingresso intero 5,00 euro.
Biglietto ingresso ridotto 3,00 euro (per minori di 18 anni e ultra sessantacinquenni).
Biglietto comulativo Mostra Progressiva + Museo G. Fattori: intero 8,00 euro, ridotto 6,00 euro (per minori
di 18 anni e ultra sessantacinquenni).

Visita guidata 2,00 euro a persona (per gruppi di almeno 10 persone).
Accesso consentito solo dopo preventiva misurazione della temperatura, indossando la mascherina e dopo aver utilizzato gel igienizzante. All’interno del Museo dovrà essere sempre mantenuta la distanza interpersonale di 1,80 metri. Per le norme antiCovid all’interno della sezione d’Arte Contemporanea (ex Chiesa del Luogo Pio) potrà accedere un numero massimo di 30 visitatori, al Museo di Città (Bottini dell’Olio) potrà accedere un numero massimo di 70 visitatori. Sarà cura degli addetti alla sorveglianza far entrare le persone in attesa che saranno anch’esse distanziate di almeno un metro, in modo da non superare il numero consentito.

Prenotazioni e informazioni: 0586824551 – prenotazioni gruppi@itinera.info.

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*