Al Grattacielo torna “Teatro al Centro” e tra gli spettacoli c’è anche l’omaggio a Tina Andrei

Primo appuntamento tra musica e carnevale

Tina Andrei. Foto: Centro Artistico Il Grattacielo
Share

Pubblicato ore 16:00

LIVORNO – Una serata dedicata al Carnevale con l’invito al pubblico di venire mascherato, un viaggio alla scoperta delle maschere di Livorno e del voto alla Madonna, un concerto con le più belle canzoni di Patty Pravo e l’omaggio a Tina Andrei, la signora del Vernacolo a cento anni dalla nascita. Sono solo alcuni degli appuntamenti del cartellone di “Teatro al Centro“, la rassegna del Centro Artistico Il Grattacielo (via del Platano, 6) diretto da Eleonora Zacchi, che partirà il 17 febbraio e proseguirà fino al 14 aprile.

Il programma

Primo appuntamento venerdì 17 febbraio ore 21.15 con “Harlem on my mind – Perché è nato il Jass” con la Lazy Blue Band & Luca Salemmi. Una serata di teatro e musica nel bel mezzo del periodo del carnevale dove il pubblico è invitato a venire mascherato. Un narratore accompagnerà i presenti alla scoperta del jazz coinvolgendo gli spettatori in un vortice di emozioni e di swing che alimenterà la voglia di muoversi e danzare. Sarà l’occasione per riascoltare brani che hanno fatto la storia della musica da: Nobody a Mean Blue Spirits, passando per Why don’t you do right a Hello dolly.

Con Luca Salemmi (narratore), Sabrina Ghiringhelli (cantante), Enrico Lucarelli (tastiera), Mirco Capecchi (contrabbasso), Carlo Cavallini (batteria). Produzione Centro Artistico il Grattacielo.

Domenica 19 febbraio alle ore 17 appuntamento con il teatro, in scena “Puci, granduchi e maremoti“: una performance per tutte le età che riporta il carnevale labronico nel teatro. Un viaggio alla scoperta delle tradizionali maschere di livorno, dei veglioni nei teatri fino al voto alla Madonna. La puce, il mangia uno e mangia due, il mugnaio e altre maschere saranno in teatro in attesa dei bambini per raccontare loro storie e curiosità.

Con Simone Casalini, Andrea Faccioli, Francesca Guida, Marco Lenzi, Giulia Nazzarri, Ginevra Pfeiffer, Alessandro Tuttorosa. Centro Artistico il Grattacielo – Gli Avanzati.

Omaggio alla grande Patty Pravo con “Bambola – La strada di Nicola” di Paolo Vanacore (venerdì 10 marzo, ore 21.15). Passione e tradimenti sullo sfondo delle più belle canzoni di Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo. Il protagonista canta le canzoni della diva alla quale il suo nome è dedicato, perché quella diva rappresenta, nel mondo immaginario di una madre rinchiusa nella gabbia delle proprie delusioni, l’esaltazione della libertà. Una libertà in bianco e nero. Fino ad un finale a sorpresa dove qualcosa di inaspettato sarà rivelato.

Diretto ed interpretato da Gianni De Feo. Musiche e arrangiamenti Alessandro Panettieri. Assistente alla regia Chiara Sanvitale. Direzione tecnica Umberto Fiore. Scenotecnica Massimiliano Persico. Assistente ai costumi Loredana Redivo. Foto e Grafica Manuele Giusto. Ufficio Stampa off/off Theatre. Produzione Florian Metateatro.

Si prosegue con due appuntamenti che si svolgeranno nel foyer del teatro “Cocktails di storie” sarà un happy hour con attori e pubblico che raccontano aneddoti. Gli appuntamenti saranno il 17 marzo e il 31 marzo alle ore 19.

Domenica 26 marzo andrà in scena “Gramscic” (ore 17) di e con Paolo Cioni, Daniele Marmi Guglielmo Favilla. Consulenza artistica Silvio Peroni. Scenografia Claudia Castriotta. Tecnico audio e luci Emilio Bucci. Produzione La Filostroccola Aps.

Una satira contemporanea liberamente tratta da “Iwona principessa di Borgogna” di Witold Gombrowicz che vede i tre volti noti della serie Tv di Sky “I delitti del Bar Lume” (Daniele Marmi, Guglielmo Favilla e Paolo Cioni) cimentarsi in un testo farsesco dai ritmi serrati, con repentini cambi di personaggi e situazioni. Il rampollo (unico erede) di una ricca famiglia borghese si innamora inaspettatamente di un busto di Antonio Gramsci; decide di presentarsi alla festa di nozze d’oro dei suoi genitori con la sua nuova “compagna” e da qui esploderanno situazioni paradossali e grottesche.

Non poteva mancare il cinema con un appuntamento dedicato al Surrealismo nel 900, domenica 2 aprile ore 17, sonorizzazione dal vivo di “Un Chien Andalou” (Bunuel, Dalì, 1929), “Entr’acte” (René Clair, 1924), “Meshes of the afternoon” (Maya Deren,1943) e “Film” (Beckett, 1964), a cura della Classe di Composizione dell’Istituto Superiore Mascagni.

A chiudere venerdì 14 aprile, l’omaggio alla signora del Vernacolo Tina Andrei a cento anni dalla nascita. Un personaggio caro alla città, indimenticata e indimenticabile attrice e cantante del teatro popolare livornese.
Scenette e canzoni del suo repertorio con Sandro Andreini, Daniela Salucci e Massimiliano Bardocci (Chitarra). Ore 21.15.

Informazioni: segreteria@centroartisticoilgrattacielo.it – 3407550530 (WhatsApp).

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*