Al Grattacielo “Sicilian ghost story” in ricordo delle vittime di mafia

Per la rassegna "Sguardi Liberati"

sicilian ghost story
Un'immagine tratta dal film

LIVORNO – Per la rassegna “Sguardi Liberati“, ottavo appuntamento al Centro Artistico Il Grattacielo con “Sicilian Ghost Story” evento speciale in occasione della giornata nazionale per le vittime di mafia, in collaborazione con Libera, Presidio Giovanile “Francesco Marcone” di Livorno. Appuntamento giovedì 22 marzo, ore 21:30.

“Sicilian Ghost Story” è un film drammatico di Fabio Grassadonia, Antonio Piazza. Con Julia Jedlikowska, Gaetano Fernandez, Corinne Musallari, Andrea Falzone, Federico Finocchiaro, candidato a 4 David di Donatello.

Luna, una ragazzina siciliana con la passione per il disegno, frequenta un compagno di classe, Giuseppe, contro il volere dei suoi genitori, soprattutto della rigida madre che viene dalla Svizzera, perché il padre di lui ha rapporti con la malavita. Giuseppe porta lo stesso nome del padre Giuseppe Di Matteo, rapito e tenuto prigioniero per tre anni prima di essere assassinato nel 1996. Anche il ragazzo scompare misteriosamente, al termine di un pomeriggio passato insieme a Luna. Lei non si dà pace, entrando in conflitto sia con la famiglia, sia con i compagni di classe e nel crescendo drammatico del film anche con la migliore amica. La certezza che Giuseppe possa essere salvato le viene dai suoi strani sogni.

Ingresso 5 euro con Tessera Kinoglaz (al costo annuale di 1 euro).

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*