Al Grattacielo “Neurotandem”: il futuro è un gioco troppo serio

Per la rassegna "Teatro al Centro"

Neurotandem
Da sx: Riccardo De Francesca ed Elena Zacchi, i protagonisti

LIVORNO – Continua la rassegna “Teatro al Centro” per la direzione artisitca di Eleonora Zacchi al Centro Artistico Il Grattacielo. Dopo l’intermezzo musicale con la The Lazy Blue Band che ha catapultato gli spettatori nel profondo sud degli Stati Uniti al ritmo del jazz, torna sul palco il teatro con la commedia “Neurotandem” di Silvano Ambrogi, con Eleonora Zacchi e Riccardo De Francesca, per la regia di Antonio Salines. Lo spettacolo sarà rappresentato sabato, 3 marzo, alle 21.15.

Le dinamiche della vita di coppia e il futuro incerto di un probabile figlio, sono i temi di grande attualità di questo testo teatrale: una coppia immersa nella nevrosi delle proprie abitudini e manie quotidiane, che cerca nuovi slanci di passione, alle prese con le proprie paure ed insicurezze. Nella ricerca del gioco della seduzione ricorrono a ricette orientali, feticismi e perversioni letterarie, ma non si può partire per un nuovo viaggio se prima non si torna a far l’amore. E se ci scappa un figlio? Il futuro diventa un gioco troppo serio e allora si resta: non si parte più.

Per info, prenotazioni e prevendita: e-mail: segreteria@livornoteatro.it. Tel: 0586890093 dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.00.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*