Al Goldoni risuonano Beethoven, Haydn e la musica scozzese

Sul palco il Trio Metamorphosi e la mezzosoprano Monica Bacelli

Monica Bacelli con il Trio Metamorphosi (Foto dal sito uff.)
Share

LIVORNO – Un viaggio nella Scozia di inizio Ottocento attraverso le opere di Ludwig van Beethoven e Franz Joseph Haydn interpretate dal mezzosoprano Monica Bacelli e dal Trio Metamorphosi composto da Mauro Lo Guercio al violino, Angelo Pepicelli al pianoforte e Francesco Pepicelli al violoncello. Appuntamento domani sera, giovedì 29, ore 21 al Teatro Goldoni con la stagione musicale “Al chiaro di luna” della Fondazione Goldoni in collaborazione con Menicagli Pianoforti su progetto artistico di Carlo Palese.

Il viaggio scozzese inizierà così con il Trio in mi maggiore Hob. XV:28 di Haydn, composto alla fine del ‘700 dopo il suo secondo soggiorno in Inghilterra; successivamente, attraverso le Scots Songs e le Scottish Airs il pubblico si immergerà con Haydn nella vita popolare della Scozia. L’intermezzo strumentale della serata è una composizione risalente al periodo giovanile di Beethoven costituito dalle enigmatiche Dieci Variazioni in Sol min.-magg. sul Lied “Ich bin der Schneider Kakadu” op.121a; seguirà una selezione degli Schottische Lieder op. 108.

Il concerto sarà preceduto dalle ore 20 da una degustazione di prodotti tipici toscani grazie alla partecipazione de “La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi” e “Toscana in tavola”.

Biglietti ancora disponibili presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586204209) aperto il martedì e giovedì con orario 10-13 ed il mercoledì, venerdì e sabato ore 17-20, oltre che sul sito. Prezzi: Platea Intero euro 15, Giovani under 25 euro 5, Formula Famiglia: 1 euro per ogni figlio ogni 2 adulti paganti.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*