Al FIPILI Horror Festival 2019 arriva Dario Argento. Il programma

Il maestro del cinema horror italiano riceverà due premi alla carriera

torna il fipili horror festival con un ospite d'eccezione il regista dario argento
Da sn: Cortoni (NTC), Belais, Porqueir, Berti (Feltrinelli), Luschi (Biblioteche Livorno) e Di Dato
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Il FIPILI Horror Festival Livorno accoglierà quest’anno il maestro del cinema horror italiano, Dario Argento.

torna il fipili horror festival con un ospite d'eccezione il regista dario argento
Dario Argento

Il regista di “Profondo Rosso” e “Inferno“, proprio ieri insignito del Premio speciale David di Donatello, prenderà parte al Festival sabato 27 aprile. Ma Argento è solo la ciliegina sulla torta di una rassegna che si snoderà dal 23 al 28 aprile tra Villa Maria, Cinema Gran Guardia, Nuovo Teatro delle Commedie e Libreria La Feltrinelli.

Sono infatti attesi anche Matteo Strukul, autore della saga best seller “I Medici. Una dinastia al potere” (Newton&Compton, 2016), tradotta in quindici lingue e vincitrice del Premio Bancarella 2017 e lo sceneggiatore Enrico Vanzina.

“Il bello di questo Festival è la rete di soggetti che si è creata – ha detto Francesco Belais, assessore alla cultura – e che ha trovato casa a Villa Maria, Centro di Documentazione per lo Spettacolo. La paura è a volte qualcosa di paralizzante, altre è uno stimolo a fare sempre di più e sempre meglio, come in questo caso”.

FiPILI horror festival 2019 tra cinema indipendente e concorsi
Gli organizzatori del FIPILI Festival Ciro Di Dato e Alessio Porquier

“Il FIPILI è cresciuto molto – ha detto Alessio Porqueir, direttore artistico – lo scorso anno abbiamo avuto oltre 2mila presenze. In questa ottava edizione si fa ancora più forte il legame tra cinema e letteratura e infatti ad aprire il Festival saranno due eventi dedicati al vampirismo il 23 e il 24 che uniranno la presentazione di libri e la proiezione di film dedicati a Nosferatu”.

Il Festival prevede infatti oltre alla proiezione di film tra cui spiccano anche alcune anteprime internazionali, la presentazione di libri e di graphic novel, workshop dedicati alla scrittura creativa e masterclass sulla regia condotta dai Manetti Bros (vincitori del David di Donatello 2018 per il miglior film “Ammore e Malavita”) e poi spazio alle premiazioni dei due concorsi letterari “La paura fa 90 righe” e “Livorno Horror Story” e dei cortometraggi.

torna il fipili horror festival con un ospite d'eccezione il regista dario argento
Federico Frusciante. Foto: L. Ceccarini

“La parte dedicata ai concorsi ha riscosso molto successo quest’anno – ha detto Ciro Di Dato, direttore tecnico – ci sono arrivati ben 150 racconti e 75 corti. E verranno premiati nel corso delle giornate del 25 e 26 aprile”.

La giuria video è composta dai Manetti Bros., dai giornalisti e critici cinematografici Valentina D’Amico e Filippo Mazzarella e dal critico e YouTuber Federico Frusciante, mentre si occuperanno del concorso internazionale i giornalisti Fabio Canessa, Francesca Lenzi, e il critico cinematografico e direttore artistico del Cinema Arsenale Antonio Capellupo. Quest’anno sono stati selezionati 20 corti horror, 10 fantasy/fantascienza, 30 per la categoria weird e 15 opere straniere.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa offre questa edizione del Festival: A breve orari e costi dei biglietti di ingresso.

23 aprile – Libreria Feltrinelli (via di Franco, 12) – ore 18

Matteo Strukul

Matteo Strukul, autore della saga best seller “I Medici. Una dinastia al potere” presenterà la graphic novel in tre volumi illustrati da Andrea Mutti, e dedicata a Vlad “l’Impalatore”, il cui primo capitolo “Vlad. Le lame del cuore”
(Feltrinelli Comics, 2019) è appena uscito nelle librerie.

24 aprile – Biblioteca Villa Maria (via Redi, 22) – ore 18

Il disegnatore Paolo D’Onofrio presenterà il suo libro “Nosferatu” (Edizioni NPE, 2019), trasposizione grafica dell’omonimo capolavoro del cinema muto espressionista di Friedrich Wilhelm Murnau; a seguire la proiezione di “Nosferatu, il principe della notte“, remake del 1979 di Werner Herzog con Klaus Kinski e il compianto Bruno Ganz.

25 aprile – Nuovo Teatro delle Commedie (via Terreni, 5)

Sessione concorsi e proiezioni dei cortometraggi.

Il regista e sceneggiatore Aldo Lado, molto famoso negli anni ’70, presenterà una raccolta di storie scritte per il cinema tra gli anni ’70 e ‘90 e mai realizzate, dal titolo “I film che non vedrete mai” (Angera Films, 2017) e introdurrà la proiezione del suo film “L’ultimo treno della notte” (Italia 1975). Proiezione anche di due pellicore del regista “La corta notte delle bambole di vetro” e “L’ultimo treno della notte”.

Al tempo stesso verrà inaugurata la mostra fotograficaTagli di luce – da Profondo Rosso a Stendhal” di Franco Bellomo il fotografo di Argento, dedicata agli scatti di scena dei film del regista. Bellomo sarà anche protagonista di una masterclass insieme al fotografo Paolo Ciriello sulla professione del fotografo di scena.

Enrico Venzina, sceneggiatore di tanti film italiani, presenterà insieme al giornalista Claudio Bartolini il volume “Sotto il vestito niente” (New Books, 2018) e insieme introdurranno la proiezione del film omonimo.

Roberta Bellesini e Giorgio Faletti

Alla libreria Feltrinelli invece Roberta Bellesini, moglie di Giorgio Faletti, presenterà l’ultimo libro postumo “La ricetta della mamma” (La nave di Teseo, 2018), al termine dell’incontro sarà proiettato il trailer del cortometraggio tratto dal libro; mentre l’attore, scrittore e produttore di documentari per Fanpage.it Saverio
Tommasi parlerà del suo ultimo libro “Sogniamo più forte della paura” (Sperling&Kupfer, 2018); infine, Loredana Lipperini, conduttrice radiofonica, giornalista e scrittrice, presenterà il suo ultimo libro fresco di stampa “Magia Nera” (Bompiani, 2019), una raccolta di racconti che attraversa ogni genere del
fantastico, dall’horror allo steampunk al genere distopico.

27 aprile – Cinema Gran Guardia (via del Giglio, 18)

Sarà il giorno dedicato a Dario Argento protagonista di un incontro sulla sua produzione artistica “tra carta e pellicola”, in cui racconterà della sua incredibile storia cinematografica, del suo ultimo libro “Horror. Storie di sangue, spiriti e segreti” (Mondadori, 2018) e della sua collaborazione con i fumetti di Dylan Dog, per cui ha sceneggiato il numero 383 intitolato “Profondo Nero“. In questa occasione, il Maestro verrà insignito di due premi alla carriera dal FIPILI e dal Cartoomics (festival del fumetto di Milano) e, a conclusione della serata, introdurrà la proiezione di un suo film ancora da decidere.

manetti bros
Antonio e Marco sono i Manetti Bros

L’immersione nel mondo del cinema italiano continuerà con i registi e produttori cinematografici Manetti Bros che terranno una masterclass di regia, presenteranno in anteprima alcune novità riguardo a Diabolik, il loro attesissimo progetto ispirato al celebre fumetto italiano e anche le prime immagini di “Letto numero 6“, loro ultima produzione affidata alla regista esordiente Milena Cocozza.

Proiezioni in anteprima

In programma tre film in anteprima nazionale: “Braid” (2018) film horror firmato da Mitzi Peirone; “F**k You Immortality“, un mocumentary (cioè un falso documentario: eventi fittizi girati come in un documentario) black comedy del regista Federico Scargiali; “Terrifier” di Damien Leone (USA 2017).

In anteprima regionale poi il film “Go Home – A casa loro” (2018) di Luna Gualano ed Emiliano Rubbi, uno zombie movie che, seguendo l’insegnamento del maestro George Romero, utilizza il genere in una prospettiva sociale e politica per affrontare la questione migranti.

Tantissimi altri i film in programma, tra i quali: “Upgrade” di Leigh Whannell (Australia 2018); “L’ultima notte” di Francesco Barozzi (Italia 2018); “Cat Sick Blues” di Dave Jackson (Australia 2015); “Ride” di Jacopo Rondinelli (Italia 2018).

Anteprime del Festival

Citiamo l’Esorcista Day, l’11 aprile, nel pomeriggio la biblioteca di Villa Maria ospiterà la proiezione del cult horror di William Friedkin “L’Esorcista” (1973), mentre la sera (ore 21.3) al Centro Artistico Il Grattacielo (via del Platano, 6) in collaborazione con il Circolo Kinoglaz, verrà proiettato “Friedkin Uncut – Un Diavolo di Regista” (2018) di Francesco Zippel, documentario candidato al David di Donatello 2019, al quale ha partecipato anche Tarantino, sulla vita e il percorso artistico del regista Friedkin.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*