A Livorno tanti eventi per dire no alla violenza sulle donne

Novembre è il mese dedicato a informare e sinsibilizzare

Novembre è il mese che la Rete Antivolenza Città di Livorno dedica alla sensibilizzazione e informazione sulla violenza
La presentazione del cartellone di eventi
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Il 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. Ma un solo giorno non basta per ricordare tutte le vittime di soprusi, di forme più o meno velate di stalking, o ancora peggio di omicidio.

La Rete Antiviolenza Città di Livorno, composta da Comune, Questura, Carabinieri, Azienda Usl e Associazione Ippogrifo, ha deciso di dedicate un intero mese per ricordare, informare e sensibilizzare tutta la popolazione su questo argomento che purtroppo non trova una battuta di arresto.

Il ricco calendario di iniziative raccolte sotto il titolo di “Una questione tutta maschile la violenza contro le donne!!“, è stato presentato questa mattina al Centro Donna (Largo Strozzi) dal vicesindaco Stella Sorgente e dalla presidente dell’Associazione Ippogrifo Maria Giovanna Papucci.

Tra le varie iniziative in programma, Sorgente ha voluto ricordare anche l’illuminazione di colore arancione del Cisternino di Città prevista per il 25 novembre e: “Su suggerimento della consigliera Amato stiamo vedendo se è possibile porre le bandiere del Comune a mezz’asta”.

Alcuni degli eventi

Tra le iniziative da segnalare, ricordiamo lo spettacolo che si svolgerà al Teatro Goldoni sabato 10 novembre ore 21 dal titolo “Il vento tra le dita” tratto dal romanzo di Vanessa Furinelli. Una storia in cui l’amore si tinge di sfumature cupe, si ammala e si confonde con il possesso, per poi guarire trovando forza nella propria essenza. A cura del Rotary Club di Livorno.

Venerdì 23 novembre il seminario (ore 9 – Centro Donna) dal titolo “La violenza contro le donne una questione tutta maschile”, che prevede l’intervento di vari ospiti tra cui Stefano Ciccone presidente dell’Associazione Maschile Plurale, autore del libro “Essere maschi. Tra potere e libertà”.

Il 25 novembre è previsto il V Trofeo Velico “Livorno spiega le vele contro la violenza sulle donne”. Alle ore 9, dopo la presentazione dell’iniziativa e i saluti istutuzionali, prenderà il via la gara: ogni imbarcazione partecipante sarà dotata di bandiera rossa, simbolo dei tanti femminicidi. Sede: Circolo Nautico di Livorno, viale Italia, moletto Nazario Sauro.

Mercoledì 28 il Teatro Quattro Mori ospiterà la proiezione del film “L’affido. Una storia di violenza”, palma d’argento al Festival di Venezia 2017. La pellicola affronta il tema della violenza verso la donna consumata davanti al figlio. Ore 21.

Infine, altri due seminari molto importanti: il primo di giovedì 29 novembre, ore 9, dedicato all’omogenitorialità “Famiglie arcobaleno: riconoscimento legale e percorso psicologico. Omogenitorialità nei suoi aspetti e modelli”; e il 3 dicembre presentazione del X Rapporto dedicato ai dati della violenza di genere in Toscana. Ore 10. Entrambi si terranno al Centro Donna.

Consulta il programma completo delle iniziative del Novembre Antiviolenza 2018.

I dati in Toscana

Dal nono rapporto sulla violenza di genere in Toscana nel 2016 i femminicidi sono stati 13, mentre quelli rilevati dal 2006 al 2016, sempre nella nostra regione, sono stati 101, ovvero, in media, uno ogni 40 giorni e si riferiscono ai femminicidi avvenuti nel territorio regionale, a prescindere dalla residenza della donna uccisa.

La maggioranza dei femminicidi avvenuti in Toscana tra il 2006 e il 2016 si è verificata all’interno di una relazione, presente o passata, intima o parentale. I minori rimasti orfani della madre a seguito di femminicidio in Toscana dal 2006 al 2016 sono almeno 34.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*