Scenari di Quartiere, ecco le nuove date del Festival

Si parte il 22 settembre con "Massischermo" di Claudio Marmugi

nuove date
Share

LIVORNO – Scenari di Quartiere torna nelle strade della nostra Livorno. Dopo lo stop del Festival legato all’alluvione che si è abbattuta in città, ecco le nuove date dei prossimi appuntamenti che sono state pubblicate sul sito del Teatro Goldoni.  Sette nuovi spettacoli a ingresso gratuito che si legano a un’iniziativa solidale, infatti, in ciascun quartiere ad ogni spettacolo sarà attivo un punto raccolta di fondi alla presenza di un notaio, il cui ricavato sarà versato a favore degli alluvionati attraverso il conto corrente “Comune Livorno – Fondo solidarietà alluvione Livorno”, IBAN – IT 02 X 01030 13900 000006800927.

Si ricomincia venerdi 22 settembre, ore 19 a San Jacopo, via Goito angolo via Beppe Orlandi, con “Massischermo” con Claudio Marmugi. Di Riccardo Lorenzetti. Adattamento e regia di Claudio Marmugi, aiuto regista Vito Manfrè.

Sabato 23 settembre, ore 19 in Venezia, Scali delle Barchette: “Sull’Oceano”, ispirato al romanzo di Edmondo De Amicis. Di Michele Crestacci e Alessandro Brucioni. Con Michele Crestacci, regia di Alessandro Brucioni, collaborazione alla scrittura acustica Giacomo Masoni.

Domenica 24 settembre, ore 19 ad Antignano in Piazza del Castello con “Fosco (storia de nu matto)”, scritto, diretto e interpretato da Peppe Fonzo, musiche Flavio Feleppa.

Lunedi 25 settembre, ore 19 a San Marco, Ex Caserma La Marmora con “Cantico del movimento”. Storia del movimento operaio in 16 quadri e voce, di e con Stefano Filippi, scenografie Emidio Bosco, consulenza storica Piergiorgio Lenoci.

Mercoledi 27 settembre, ore 19 presso cortile via Don David Albertario 19: “Cammelli a Barbiana – Don Lorenzo Milani e la sua scuola”, di Francesco Niccolini e Luigi d’ Elia. Con Luigi d’Elia, regia Fabrizio Saccomanno.

Giovedi 28 settembre, ore 19 a La Guglia, Piazza della Barriera Garibaldi: “Ci vuole fegato” di Fabrizio Brandi e Francesco Niccolini. Con Fabrizio Brandi, regia Fabrizio Brandi e Francesco Niccolini e con il sostegno di NTC Nuovo Teatro delle Commedie

Sabato 30 settembre, ore 19 alla Stazione, cortile via Badaloni angolo via Pannocchia: “Non c’è mai silenzio – La strage della stazione di Viareggio”, di e con Elisabetta Salvatori, Matteo Ceramelli violino e chitarra.

Il Festival, alla seconda edizione, nasce dalla collaborazione tra il Comune di Livorno e il Teatro Goldoni con la direzione artistica di Fabrizio Brandi.

A cura della redazione

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*