“Una famiglia”: racconta il mercato nero di bambini

Secondo film italiano in concorso con Micaela Ramazzotti e Patric Bruel

una famiglia
Micaela Ramazzotti e Patrick Bruel in "Un famiglia"
Share
  • di Valeria Cappelletti:

VENEZIA – Il secondo film italiano in concorso “Una famiglia“, per la regia di Sebastiano Riso, verrà presentato oggi alla Mostra del Cinema di Venezia. La pellicola vede come protagonisti Micaela Ramazzotti e Patrick Bruel e affronta un tema molto delicato: quello del mercato nero di bambini che esiste anche nel nostro paese e che vede una fortissima richiesta, prova ne sono numerose inchieste che si sono svolte negli ultimi anni in tutta Italia.

una famiglia
Micaela Ramazzotti è Maria in “Una famiglia”

Il film è ispirato a storie vere e racconta la vita di Vincent (Bruel) e di Maria (Ramazzotti) che vivono a Roma e conducono una vita all’apparenza normale, solo all’apparenza perché dietro c’è un progetto portato avanti da lui e accettato da lei in virtù dell’amore che Maria nutre per Vincent. Un progetto che consiste proprio nell’aiutare coppie che non possono avere figli. Ma Maria, a un certo punto, sente che è giunto il momento di creare una vera famiglia e sceglie di ribellarsi all’uomo della sua vita.

una famiglia
Kirsten Dunst in “Woodshock”

Oggi sono attesi a Venezia Javier Bardem e Fernando León de Aranoa, rispettivamente protagonista con Penelope Cruz, e regista di “Loving Pablo“, film fuori concorso; Michelle Pfeiffer ed Ed Harris per il film in concorso “Mother!“; Michael Caine per “My Generation“, fuori concorso; Kirsten Dunst insieme alle registe Kate and Laura Mulleavy per “Woodshock” film ipnotico, dove la protagonista Maria (Dunst) dopo la morte della madre comincia a perdersi in un mondo fantastico complice l’uso di una dose di cannabis; Alessandro Gassmann per “Gatta Cenerentola” con il cast completo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*