600 volte Mayor Von Frinzius: l’associazione festeggia con “Donart”, attesi tanti ospiti

Una giornata di beneficenza all'ex Cinema Aurora

Share

Pubblicato ore 16:00

LIVORNO – L’associazione Mayor Von Frinzius APS ha raggiunto la cifra record di 600 eventi con l’iniziativa “Donart – diverse forme d’arte a scopo benefico” in programma domani, 16 dicembre, alle ore 17 all’ex Cinema Aurora. La giornata è organizzata da Rachele Casali, Giordana Pucciani e l’associazione Mayor Von Frinzius APS con la compartecipazione del Comune di Livorno.

All’Ex Cinema Aurora (Viale Ippolito Nievo 28, Livorno) sarà possibile acquistare le opere donate da tanti artisti livornesi e non, ascoltare della buona musica, assistere e partecipare a esercizi teatrali guidati da Silvia Angiolini e magari fare anche un bell’aperitivo. L’evento è gratuito e a ingresso libero.

“Ciò che mi ha colpito di più di questa edizione – dichiara la presidente dell’associazione Rachele Casali – è che la maggior parte degli artisti si è proposta spontaneamente di partecipare all’evento. Avevamo già scelto il solito numero di persone che avrebbero esposto le proprie opere, ma abbiamo modificato la locandina ancora e ancora perché ogni volta qualcun altro chiedeva di potersi aggiungere per poter sostenere la Mayor Von Frinzius APS. Non credo che potremo mai sdebitarci adeguatamente, spero quantomeno di riuscire a trasmettere loro con il nostro teatro le stesse emozioni che loro hanno trasmesso a noi con la loro arte e la loro generosità”.

Gli artisti

Il primo sarà Antonio Pilato, 27 anni, laurea all’Accademia di Belle Arti di Firenze preceduta da qualche anno passato ad Architettura, realizza stampe d’arte con la tecnica della xilografia, riprendendo involontariamente alcuni tratti estetici, e non solo, dell’espressionismo tedesco, anche se in generale cerca di seguire un pensiero e un gusto personale

Elena Russo, 28 anni, di origini piemontesi ma in Toscana da 20 anni. Da 7 anni si è avvicinata al mondo dei mandala, cosa che per lei è diventata una sorta di terapia. Anche quello che inizialmente sembra imperfetto, guardandolo alla fine nel suo complesso è perfetto proprio nella sua normale imperfezione.

Terzo artista da presentare è Francesco Aragona, nato nel 1996 a Livorno, il quale porta avanti tante passioni, tra cui la pittura ed il creare con qualsiasi cosa gli capiti davanti, specialmente con il legno. Per questa edizione di “Donart” porterà dei cuori realizzati sul legno associati ad alcune frasi. Lo scopo di questo suo progetto è quello di riportare l’attenzione delle persone sul cuore, sull’amore, sulle emozioni e sui valori, oggi troppo spesso tralasciati.

Maria Giovanna Bonvicini nasce a Livorno nel 1940. Per necessità nella vita svolge altri mestieri ma ha sempre avuto una passione per la pittura. Si iscrive quindi nel 2010 all’accademia Trossi Uberti Livorno dove apprende le basi delle tecniche di pittura. Prosegue poi nel laboratorio della pittrice Dafne Stevens a Pontedera con cui espone in alcune mostre a livello locale.

Elisa di Paola, tatuatrice livornese di 25 anni, non ha mai frequentato corsi d’arte ma durante la pandemia, un po’ per noia e un po’ per curiosità, ha iniziato a dipingere ad olio riscontrando poi nella pittura una valvola di sfogo. Dipingendo riesce a staccare da tutto e ogni quadro è legato ad un ricordo e ad un piccolo pezzo di vita. Inizialmente prediligeva la rappresentazione degli animali, ultimamente ha invece scoperto la bellezza del dipingere i paesaggi. I quadri che esporrà a “Donart” ritraggono i suoi “posti del cuore” e i momenti quotidiani che la colpiscono.

Eleonora Vajo, che ha già partecipato alle precedenti edizioni di “Donart”, è una ragazza livornese di 26 anni che, sperimentando con tecnica mista, inserisce in paesaggi reali la sua visione di magico attraverso luci, ombre od elementi fantastici.

Segue Thea Becherini ed il suo progetto Color Line Fabric, nato il 28 marzo 2019 in un piccolo bar di Rosignano Solvay in compagnia di Wool Cuddles, una carissima amica dell’Associazione. La voglia di dipingere insieme alla necessità di aiutare il nostro pianeta ha portato Thea a realizzare le sue idee su stoffa, rendendola originale e unica.

Per la fotografia, Andrea Dani paesaggista specializzato soprattutto in immagini che ritraggono la sua amata città, Livorno, esprime la sua arte “esponendo” sulla sua pagina Facebook scorci, paesaggi, bellissimi tramonti, persone o situazioni che rendono la città labronica davvero unica, facendo innamorare migliaia di persone delle sue opere. A “Donart” esporrà 4 foto per la serie “Le 4 stagioni”.

Giordana Pucciani, fotografa e organizzatrice dell’evento, ha 27 anni, ha sempre amato l’arte in generale ma la fotografia è il mezzo con cui cerca di trasmettere l’emotività che ha dentro.

Anaïs Di Gregorio, nata a Milano nel 1998, ha capito fin dalla sua infanzia che l’arte sarebbe stata parte integrante della sua vita.

Silvia Casini, ex attrice Mayor Von Frinzius che porta con se un grande pezzo di cuore della Compagnia, ha 24 anni e le piace fotografare da quando è piccola. La prima macchina fotografica le è stata regalata da Babbo Natale.

Veronica Socci, classe 1972, è architetto e docente livornese. Scatta foto per sorprendersi e attraverso la sua unica macchina fotografica indaga luoghi e non luoghi. Ha avuto diversi riconoscimenti fin da subito in ambito prima locale e poi nazionale, sia con selezioni che con premi, ed ha partecipato a mostre collettive in Toscana e non solo.

Alessandro Tommasini si avvicina alla fotografia nel 2011, iscrivendosi al circolo Paolo Bonciani. Ha iniziato con foto di surf per passare poi a fotografare gruppi musicali nei vari locali toscani. Piano piano è passato ai paesaggi, e da un paio di anni si sta dedicando a un genere di foto alternativa. Si tratta di foto fatte con un leggero movimento della macchina in fase di scatto.

Enrico Nello, fotografo naturalista, nasce nel 1997, vive a Livorno ed ho sempre scattato per passione da autodidatta. Inizialmente praticava principalmente la fotografia paesaggistica, ma negli ultimi 5 anni si è focalizzato sulla fotografia naturalistica etica (solo animali liberi nei loro habitat), spinto dalla sua passione per la natura e per l’osservazione dei suoi abitanti. Nei suoi scatti cerca sempre di trasmettere lo stupore e ammirazione che ha provato nel momento e di diffondere la bellezza di alcuni momenti rari che solo la natura ci può donare, se le si dedica il giusto tempo e rispetto.

Marta Lo Schiavo si è avvicinata alla fotografia una decina di anni fa; le piacerebbe trasmettere alle persone le stesse emozioni che prova quando fotografa. È alla ricerca sempre di qualcosa di nuovo: paesaggi , posti e persone da fotografare.

Passiamo a Federica Espinosa Grechi, in arte “Espiica”, cantante che intratterrà il pubblico di “Donart” dalle ore 18.00 alle 19.00, eseguendo un misto di cover e pezzi propri, tutto in chiave acustica, piano e voce.

Mattia Menichetti, classe 1994 in arte Meni Times e Lee-Roy Giovannoni, classe 1999 in arte Lee-Roy, suoneranno insieme per questa edizione di “Donart” proponendo una selezione di musica tech-house e house per intrattenervi dalle 19.00 fino a fine evento.

Costanza Pucciani, nata nel 1994 a Livorno e da poco attrice della compagnia Mayor Von Frinzius è sempre stata affascinata dall’arte in tutte le sue forme, dal 2018 lavora come grafica dopo essersi laureata in Graphic Design alla LABA di Firenze. Ha deciso di donare tre stampe dal titolo “La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia”. Ha voluto dare una sua interpretazione visiva alle parole di Khalil Gibran lette da Gino Cecchettin durante il funerale della figlia Giulia, perché la vicenda l’ha toccata molto nel profondo. Una barca, un cipresso e un fiore che imparano a danzare sotto la pioggia emanando la loro luce positiva, nonostante le avversità che la vita porta. Ecco così anche noi dobbiamo imparare a fare.

In questa occasione saranno esposte anche le opere donate per le precedenti edizioni dei seguenti artisti: Roberto Bartolini, Serafino Fasulo, Francesco Ferrara, Gabriele Galli, Giorgio Gregori, Christian Longo, Andrea Nieri, Marianna Nocera ed Edoardo Raglianti.

Durante la giornata parteciperanno anche alcune personalità vicine alla compagnia per parlare qualche minuto di questa realtà, orgoglio della città di Livorno. Tra i probabili oratori abbiamo Luca Salvetti, Francesco Gazzetti, Claudio Marmugi, Francesca Ricci, Marco Bruciati, Serena Cassarri, Stefano Santomauro, Igor Protti e molti altri.

La lotteria

Durante questa edizione di “Donart” ci sarà una grande novità: la lotteria di Natale.
L’estrazione avverrà durante l’evento. In premio ci sarà un quadro gentilmente donato da Arnia, partner dell’associazione MVF APS nel progetto “Donart”. Arnia è un’azienda che ha come missione quella di promuovere e favorire l’inserimento delle persone con autismo nel mondo del lavoro. È tra le prime aziende in Italia fornitrici di servizi che si avvale prevalentemente di personale con autismo. Inoltre, nel laboratorio Arnia LAB, vengono offerti percorsi individualizzati che consentono di lavorare su ogni ragazzo su vari livelli di difficoltà.

Per maggiori informazioni: compagniamayorvonfrinzius@gmail.com.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*