4 Mori, presentata la stagione teatrale 2021-2022: a Capodanno si ride con Leonardo Fiaschi

Barresi: "Un calendario molto più ricco rispetto al passato"

Emanuele Barresi e Leonardo Fiaschi
Share

Pubblicato ore 07:00

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Si parte il 31 dicembre con la grande serata di Capodanno che vedrà protagonista Leonardo Fiaschi e i suoi tanti personaggi. Una serata all’insegna del divertimento, della leggerezza e della voglia di ridere, che vedrà l’imitatore e comico livornese accompagnato dalla D.B. Day’s Band. Ore 21.30. Spettacolo fuori abbonamento. PURTROPPO QUESTO EVENTO È STATO ANNULLATO.

Undici spettacoli per la sesta stagione teatrale della Compagnia degli Onesti al Teatro 4 Mori: “Un stagione più ricca – sottolinea Emanuele Barresi, direttore artistico della Compagnia – che vedrà recuperare anche due spettacoli che non sono andati in scena a causa della pandemia. Obiettivo della stagione, regalare momenti divertenti”. Il cartellone degli spettacoli è stato presentato ieri all’interno del Mercato Centrale, presenti anche il sindaco Luca Salvetti e l’assessore alla cultura Simone Lenzi.

Barresi, Fiaschi, Salvetti

Il 7 dicembre viene recuperato il primo dei due spettacoli: “Casalinghi disperati” con Nicola Pistoia, Max Pisu, Gianni Ferreri (interprete tra gli altri di Giuseppe Ingargiola nella serie televisiva Distretto di Polizia) e Danilo Brugia. Regia di Diego Ruiz. Una commedia divertente che racconta di come gli uomini cerchino di cavarsela senza le loro mogli. Sono quattro uomini separati e senza soldi che si dividono un appartamento districandosi tra faccende domestiche, bollette e una convivenza non sempre facile. Ore 21.

ai 4 mori casalinghi disperati
Casalinghi Disperati

Il 10 gennaio torna sul palco del Teatro di via Pietro Tacca, Gaia De Laurentiis in “Diamoci del tu” con Pietro Longhi, di Norm Foster. Nello spettacolo un asettico rapporto di lavoro pluriennale diventa una spassosa, arguta e scintillante relazione. La storia tra il burbero e scontroso datore di lavoro e la sua ineffabile collaboratrice offre allo spettatore una commedia deliziosa. Regia di Enrico Maria Lamanna. Ore 21.

Il 25 gennaio arriva Dario Ballantini che propone “Da Balla a Dalla” già andato in scena a Livorno. Uno spettacolo che ricorda Lucio Dalla visto attraverso il racconto di vita vero di Dario che, da fan imitatore giovanissimo e pittore in erba, aveva scelto il cantautore emiliano come soggetto di mille ritratti e altrettante rappresentazioni, e che poi molti anni dopo ha visto ribaltati i ruoli, con Dalla che divenne sostenitore del successo di Ballantini. Accompagnato dai musicisti diretti da Francesco Benotti racconterà i passaggi della carriera del cantautore, intonando alcuni brani mentre scorrono le foto tratte dai disegni di Dario. Fuori abbonamento. Ore 21.

Dario Ballantini. Foto: Va. Cap.

L’11 febbraio andrà in scena “L’ombra di Totò” uno spettacolo che è un’intervista immaginaria che intende tracciare una biografia non autorizzata della vita di Totò. Una versione inedita raccontata da Dino Valdi (al secolo Osvaldo Natale) che ne è stato la controfigura. Attraverso i suoi ricordi, riemergono fatti e personaggi. Con: Yari Gugliucci, Clotilde Sabatino e Rita Pilano. Di Emilia Costantini, adattamento e regia Stefano Reali. Ore 21.

Un famoso trio comico degli anni ’90, dopo la loro divisione, si ritrova per una serie di circostanze a una reunion del loro gruppo. È la trama di “Non ci resta che ridere” in scena il 22 febbraio. Vicende divertenti ed emozionanti fondate sull’amicizia, caratterizzano questa commedia scoppiettante che vede un cast composto da Maria Bolignano, Francesco Procopio, Enzo Casertano, Giuseppe Cantore. Scritto e diretto da Antonio Grosso. Ore 21.

Con Marco Marzocca (Distretto di Polizia), Leonardo Fiaschi e Stefano Sarcinelli, l’8 marzo va in scena “Due botte a settimana”, uno spettacolo in cui ritroviamo il piacere della commedia all’italiana, unito alla forza comica del “live”.

effetto venezia serata finale
Leonardo Fiaschi

Dopo essere stato rimandato per via della pandemia, il 21 marzo verrà recuperato lo spettacolo “Non è vero ma ci credo” con Enzo Decaro, Luigi Brunetti, Francesca Ciardinello, Lucianna De Falco, Carlo Di Maio, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo, Fabiana Russo. Di Peppino De Fillippo, regia di Leo Muscato. “Quella che andremo a raccontare è una tragedia tutta da ridere” dice Muscato. L’avaro imprenditore Gervasio Savastano vive nel perenne incubo di essere vittima della iettatura al punto da licenziare il suo dipendete. Ma ecco che arriva un giovane in cerca di lavoro, ad attrarre Gervasio è la gobba del ragazzo, da qui partirà una serie di eventi divertenti e paradossali.

ai 4 mori nuova data per lo spettacolo non è vero ma ci credo con enzo decaro
Enzo Decaro

Il 29 marzo ad attendere il pubblico sarà lo spettacolo “Que serà“: tre amici, una cena d’estate e poi improvvisamente tutto cambia perché qualcosa di imprevisto, di molto imprevisto, accade e allora ci si chiede cosa siamo disposti a fare per il nostro migliore amico. Sul palco Paolo Triestino (anche regista), Edy Angelillo e Giancarlo Ratti, tre attori di lunga esperienza di commedia d’autore. Di Roberta Skerl.

Minchia signor tenente” è ambientato in un piccolo paesino della Sicilia in una caserma di carabinieri. I militari affrontano ogni giorno la quotidianità, ma l’arrivo di un tenente destabilizza l’unione dei carabinieri. Uno spettacolo che nasce nel 2008 e che ha avuto ben 370 repliche, visto da 70mila spettatori, arriva ai 4 Mori il 5 aprile. Con: Antonio Grosso, Antonello Pascale, Natale Russo, Francesco Nannarelli, Gaspare Di Stefano, Martina Zuccarello, Francesco Siggillino, Gioele Rotini. Di Antonio Grosso, regia di Nicola Pistoia.

A chiudere la stagione il 21 aprile (fuori abbonamento) “Il malato immaginario” in collaborazione con il Nuovo Teatro delle Commedie. Una riscrittura in chiave contemporanea dell’opera di Moliere che guarda al rapporto tra uomo e medicina, oggi più che mai attuale. Con: Riccardo Rombi (anche regia e adattamento), Giorgia Calandrini, Giovanni Negri, Dafne Tinti e Marco Mangiatini.

Biglietti e informazioni

Gli abbonamenti potranno essere acquistati a partire dal 30 novembre, il martedì e giovedì dalle ore 17 alle 19 presso i 4 Mori.
Informazioni: 3498169659 – compagniadeglionesti@libero.it.

Biglietti: “Il malato immaginario” poltronissima 22 euro, poltrona 18 euro, galleria 15 euro; “Grande serata di Capodanno” poltronissima 58, poltrona 53, galleria 43.
Per tutti gli altri spettacoli: interi poltronissima 30, poltrona 28, galleria 26; ridotti poltronissima 28, poltrona 26, galleria 24 (previste ulteriori riduzioni per soci, nuovi abbonati, abbonati ridotti).
Per chi desidera acquistare i biglietti per gli spettacoli fuori abbonamento, è previsto uno sconto.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*