Festa di San Ranieri: la magia dei 130 palazzi illuminati

Fuochi d'artificio e tanta gente sui Lungarni

I palazzi illuminati. Foto: Donatella Garramone
Share

PISA – Come ogni 16 giugno, anche quest’anno, a Pisa, si è conclusa la magica notte della Luminara. Sui Lungarni, oltre 130 palazzi illuminati dai tradizionali lumini, unica fonte di luce per qualche ora; al calar del sole, la città entra nel vivo della magica atmosfera di questa festa ormai storica. Alle 21 l’accensione della Torre Pendente. Dalle 23:15, per mezz’ora, si è potuto invece godere della magia dei fuochi d’artificio, sparati lungo tutto il fiume dalle chiatte (16 quest’anno), dalla Cittadella e dalla torre di Palazzo Pretorio. Lo spettacolo dei giochi pirotecnici è stato accompagnato, come di consueto, dalla musica che ha contribuito a creare un’atmosfera ancora più suggestiva.

Anche quest’anno la risposta dei cittadini e delle migliaia di persone che accorrono da altre città proprio per la festa, è stata positiva: i Lungarni erano gremiti di gente, con alcuni sulle spallette già dal tardo pomeriggio, per assicurarsi un posto in prima fila per lo spettacolo pirotecnico. La festa di San Ranieri, però, non si conclude mai a mezzanotte: Pisa rimane viva fino alle prime ore dell’alba. Dopo i fuochi, la festa si sposta infatti nelle piazze principali della città; musica in ogni locale, stand con cibo e bevande, un’atmosfera gioiosa che coinvolge tutti, giovani e non solo.

La Luminara è sicuramente una festa unica nel suo genere, che affascina chi la vede per la prima volta, ma che riesce ad appassionare anche chi la vive ormai da tanti anni. Tutta la città si carica di un’atmosfera particolare, fatta di gente, di colori e di musica. Lo spettacolo dei Lungarni illuminati soltanto dagli oltre 100 mila lumini è qualcosa che lascia sempre a bocca aperta. Certamente un evento a cui assistere almeno una volta nella vita.

Donatella Garramone

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*