“Percorso Salute”, al Cisternino di Città la fase conclusiva

Uno strumento per ridurre lo spreco e combattere la povertà

LIVORNO –  Questo pomeriggio, sabato 25 maggio, alle ore 18 il Cisternino di Città ospiterà la fase conclusiva del Progetto Salute-Strategia Alimentare di Livorno. Un percorso partecipativo, cofinanziato dall’Autorità regionale per la Promozione della Partecipazione (APP), che si è concluso il mese scorso dopo oltre un anno di lavoro e che ha visto all’opera cittadini, imprese, associazioni e rappresentanze.

“Livorno è la prima città della Toscana ad essersi dotata di una strategia alimentare vera e propria; la seconda città d’Italia dopo Milano. Uno strumento che ci permetterà non solo di rafforzare la filiera corta, ma soprattutto di ridurre lo spreco di cibo e combattere la povertà alimentare” ha detto il vicesindaco Stella Sorgente.

Nel corso della giornata verranno illustrati alla cittadinanza i contenuti del “Piano del cibo”, il ruolo del “Consiglio del cibo” e gli obiettivi che si vogliono raggiungere con la “Politica integrata del cibo”. “Questi tre documenti – continua Sorgente – sono il risultato di un lungo lavoro che ha visto coinvolti associazioni e imprese che da sempre si occupano di sostenibilità ambientali e alimentari. Si tratta degli strumenti che ci consentiranno di sviluppare una strategia capace di valorizzare i prodotti del territorio, migliorare la qualità delle nostre mense scolastiche, sviluppare una cultura del cibo e combattere gli sprechi”.

Ed è proprio per questo che l’evento si lega alla cena antispreco in programma per questa sera alle 21 al Mercato Centrale, inserita nell’ambito di “Livorno al Centro“: “Questa cena sarà la sublimazione dell’intero percorso partecipativo – conclude Sorgente – la prova che cucinare senza sprechi è possibile e che solo così, attraverso un cambiamento prima di tutto culturale, saremo in grado di sconfiggere la povertà alimentare e ridurre gli sprechi che oggi come oggi sono fuori controllo”.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*