Via Grande, parte la riqualificazione. Primo passo: manto stradale e segnaletica

Per la pavimentazione, l'intento è puntare al restauro dell'esistente

Via Grande. Foto: Va. Cap.
Share

Pubblicato ore 14:24

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Da lunedì 14 giugno partiranno i lavori di riqualificazione della via Grande, il progetto è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa. Si parte con il rifacimento del manto stradale di tutta la via e della segnaletica orizzontale, i lavori dureranno circa 15-20 giorni poi, a partire, da settembre-ottobre partiranno quelli che interesseranno la mobilità.

“La situazione dell’asfalto di via Grande è molto critica – ha detto l’assessore alla mobilità Giovanna Cepparello – e anche quello della segnaletica orizzontale. Dobbiamo poi porre rimedio a una situazione difficile che riguarda il trasporto pubblico locale cercando di renderlo più fluido soprattutto nella direzione che dal Porto va verso piazza della Repubblica, per questo abbiamo pensato a due interventi”.

Gli interventi riguarderanno:

– l’installazione di un semaforo all’altezza del Bar Sole;
– l’eliminazione della fermata via Grande n. 5 posta subito dopo piazza Grande nel tratto che da qui va verso il Porto, per posizionarla in piazza Grande, lato Surfer Joe, nelle vicinanze del Bar Sole. “Un modo – ha detto il sindaco Luca Salvetti – anche per venire incontro ai cittadini che si lamentavano del fatto che i bus facevano capolinea alla fermata e i gas di scarico salivano fino alle finestre delle abitazioni”.

Il punto in cui verrà inserito il semaforo.

Ma la riqualificazione di via Grande passa anche per altri due aspetti molto importanti: la pavimentazione e l’illuminazione sotto i portici. Per questi due interventi l’Amministrazione pensa a un concorso di progettazione che prevede l’arrivo di progetti da parte dei professionisti e la scelta di cinque di essi per i quali verrà chiesto di entrare più nel dettaglio e, infine, la scelta del progetto definitivo che diverrà appaltabile. Il concorso di progettazione dovrebbe partire entro agosto-settembre e intorno a fine anno, massimo Befana dovrebbe essere scelto il progetto definitivo.

“Fondamentale per noi – ha detto Silvia Viviani, assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica – sarà chiedere che si provi a restaurare la palladiana e non a sostituirla, la nostra idea è infatti puntare sulla diversità che era poi l’intento originale della pavimentazione posta sotto i portici”. Per quanto riguarda l’illuminazione, l’Amministrazione chiederà nel concorso di progettazione il restauro dei lampioni già esistenti oppure la sostituzione.

In tutto questo, sottolinea Viviani, “Vorremmo che prima di partire con il concorso di progettazione, venisse avviato un percorso di partecipazione che interessi gli abitanti della zona, i proprietari dei negozi e gli amministratori dei condomini”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*