“Tutti insieme per un goal”: il campo estivo che fa rete

Tante attività fino ad agosto per bambini e ragazzi diversamente abili

I rappresentanti dell'iniziativa

LIVORNO – Non c’è niente di più bello del sorriso di un bambino. E di sorrisi, l’iniziativa “Tutti insieme per un goal”, ne ha regalati in sei anni di attività, a tanti bambini e a tanti ragazzi, e non sarà da meno questa volta. “Tutti insieme per un goal” è un progetto che si rivolge a tutti quegli studenti con bisogni speciali che, con la fine dell’anno scolastico, restano privi di un sostegno e di tutte quelle attività di socializzazione che la scuola offre. Grazie a questa iniziativa i ragazzi possono far parte di un Centro Estivo al Parco del Mulino e svolgere attività creative, andare al mare, giocare, stare insieme e soprattutto sorridere. A fare da tutor ai circa 54 ragazzi e bambini disabili sono gli studenti dei licei livornesi che affiancano gli educatori professionali.

Un momento della conferenza

Il progetto, nato nel 2012 per iniziativa del liceo Cecioni, in collaborazione con l’associazione “Disabilandia Onlus”: “È cresciuto moltissimo – ha detto Cecilia Semplici, professoressa del liceo Cecioni e coordinatrice dell’iniziativa – questa estate abbiamo ben 5 scuole superiori per un totale di 214 studenti nel ruolo di tutor. Gli studenti si mettono in gioco e si assumono delle responsabilità, è un traguardo molto importante anche perché spesso continuano a svolgere il ruolo di volontari una volta usciti dalla scuola”. I licei che parteciperanno al progetto sono, oltre al Cecioni, Niccolini-Palli, ITI Galilei, Vespucci-Colombo ed Enriques.

Otto settimane, dal 12 giugno al 4 agosto, tante attività al mare: “Con i più grandi – spiega il coordinatore Luca Moretti – andiamo ai bagni Pancaldi oppure ai bagni dei Vigili del Fuoco o degli Americani, dove facciamo fare attività di surf. La scorsa estate abbiamo portato i ragazzi al Cavallino Matto e al parco acquatico di Tirrenia ed è stata per loro, e anche per noi, un’esperienza bellissima. Quest’anno poi, grazie all’associazione Sport Insieme Livorno, andremo alla Meloria in barca, e in tutto questo il ruolo svolto dagli studenti è fondamentale”. I più piccoli invece svolgono attività all’interno del Parco del Mulino facendo pet-terapy, musicoterapia o andando al mare ai Tre Ponti.

Il presidente Riccardo Vitti

Partner importante del progetto è la Fondazione Livorno che lo sostiene dal 2013 e che quest’anno ha contribuito con una somma di 35mila euro. “Questa iniziativa – ha detto il presidente Riccardo Vitti – è riuscita a raggiungere due obiettivi importanti che sono alla base della Fondazione: svolgere attività nel campo della formazione e del sociale”. Sono infatti molte le associazioni che hanno deciso di fare rete e unirsi per questo progetto: Associazione Italiana persone Down, Associazione Autismo Italia Onlus, Disabilandia Onlus, L’isola che c’è, Associazione volare senz’ali, Cesvot, Oratorio Don Bosco, a essi si aggiungono i Vigili del Fuoco, l’Accademia Navale, la Folgore e il Comune di Livorno che ha aumentato il numero di ore del servizio di assistenza domiciliare per disabili. “Speriamo che questa iniziativa possa continuare anche in futuro – ha detto Stella Sorgente, vicesindaco – perché rappresenta una pietra miliare, così come l’iniziativa “Tutti uguali, tutti diversi”, che ci fa guardare avanti con fiducia”.

Valeria Cappelletti

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*