Toscana: 750mila euro da assegnare ai promotori di spettacoli dal vivo

La giunta regionale ha deliberato la proposta del vicepresidente Barni

racconti di altre danze
Share

TOSCANA – 750mila euro per il periodo 2020-2022 da assegnare a quei soggetti (pubblici e privati) che promuovono il sistema delle arti e degli istituti culturali. È la proposta del vicepresidente e assessore alla cultura della Regione Toscana Monica Barni.

La giunta regionale, su proposta di Barni, ha deliberato di assegnare queste risorse, tramite attività di selezione mediante avviso pubblico, a soggetti pubblici e privati costituiti in qualsiasi forma giuridica (con esclusione delle persone fisiche) che sono parte del sistema regionale dello spettacolo dal vivo, nei settori della prosa, della danza, della musica, del teatro ragazzi e delle giovani formazioni.

Dati gli effetti dell’emergenza Covid -19 sull’intero sistema regionale della Toscana per lo spettacolo dal vivo, l’intervento, nelle modalità in cui è progettato, è finalizzato ad accellerare l’assegnazione del contributo regionale, a offrire una modalità di accesso semplificata e garantire liquidità nell’immediato così da permettere ai soggetti produttivi dello spettacolo dal vivo di poter continuare a operare in modo da mantenere vivo e quindi ricostruire, finita l’emergenza, il tessuto culturale regionale.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*