Stalli blu gratuiti fino al 3 aprile, ecco le vie interessate

Un modo per andare incontro a chi deve stare a casa

stalli blu
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – Fino al 3 aprile stalli blu gratuiti in alcune zone cittadine e che erano a pagamento per tutti, residenti compresi, lo ha reso noto il sindaco di Livorno.

“La situazione di emergenza che viviamo, pone quotidianamente nuove problematiche e questa Amministrazione si muove per risolverle una ad una – ha detto – In questi giorni è emerso il problema che in centro città, con l’invito a tutti di rimanere in casa, i residenti non trovano parcheggio, mentre gli stalli blu sono vuoti. Per questo, confrontandoci con Tirrenica (la società che gestisce il servizio, n.d.r.), abbiamo stabilito di rendere gratuiti gli stalli blu in quelle zone nelle quali fino a questo momento erano a pagamento anche per chi è in possesso della lettera. Crediamo che sia un modo per andare incontro a chi già sta facendo il sacrificio di stare a casa, e a chi deve lavorare per svolgere servizi essenziali in questo momento così difficile. Una decisione – prosegue Salvetti – che può essere applicata grazie all’art. 9 del capitolato allegato alla concessione 59338/2012, che attribuisce al Comune anche il diritto di sospendere temporaneamente l’utilizzo di aree destinate a parcheggio a pagamento, per superiori ragioni di interesse pubblico, e indubbiamente l’emergenza attuale lo è”.

Quindi, per garantire un’adeguata offerta ai cittadini durante il periodo di emergenza sanitaria,diventano gratuiti gli stalli nelle seguenti strade:

Piazza della Repubblica
Piazza Benamozegh
Via del Fante
Via Grande
Scali D’Azeglio e via Diaz
Scali Saffi
Scali degli Olandesi e Ponte Bosi
Scali Manzoni/via Indipendenza
Piazza Mazzini (lato nord)
Via Gazzarrini
Via Magenta
Piazza della Vittoria monumento
Piazza XX Settembre
Via Gramsci
Via de Larderel
Via Garibaldi
via della Meridiana
via di Salviano
piazza Damiano Chiesa

Come sottolinea l’assessora alla mobilità Giovanna Cepparello: “È impensabile che i cittadini debbano uscire di casa la mattina solo per spostare la macchina, costretti magari a lasciarla molto lontana da casa. Questo va contro le indicazioni che stiamo cercando di far passare sulla necessità di rimanere il più possibile nelle proprie abitazioni”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*