Sciopero del trasporto pubblico a Livorno, Pisa e Massa: gli orari

Indetto dal Coordinamento Autoferrotranvieri Unione Sindacale di Base

abbonamento bus
Share

Pubblicato ore 10:00

LIVORNO – È indetto per oggi, 18 giugno, uno sciopero del trasporto pubblico che interesserà anche la nostra città.

“I lavoratori – si legge in una nota inviata dal Coordinamento Autoferrotranvieri Unione Sindacale di Base – sono tutt’ora mandati letteralmente allo sbaraglio a gestire da soli situazioni complesse che li costringono, tra l’altro, a continue interazioni e interlocuzioni con l’utenza da cui consegue, nella migliore delle ipotesi, l’impossibilità del rispetto delle norme di base per limitare al massimo il rischio di contagio e, nella peggiore, il verificarsi di situazioni di tensione che spesso degenerano in aggressioni. Intanto, col beneplacito degli enti pubblici interessati e delle varie forze politiche, CTT Nord continua a sperperare centinaia di migliaia di Euro di denaro pubblico (forse siamo già nell’ordine dei milioni) in ricorsi a ogni livello contro l’esito della gara regionale per il gestore unico – gara da tutti voluta, compresa CTT Nord – e a osteggiare con ogni mezzo il passaggio di consegne al soggetto vincitore”.

“Le particolari condizioni oggi necessarie allo svolgimento del servizio di trasporto pubblico, a seguito dell’avvento del COVID19 – prosegue la nota – rendono perfino macroscopiche le enormi contraddizioni (che da sempre evidenziamo) derivanti dall’aver delegato ad aziende private, necessariamente vincolate al profitto, un servizio di assoluta rilevanza sociale. Così, in un momento storico di particolari e oggettive difficoltà sociali, CTT Nord è tesa pervicacemente ed esclusivamente alla salvaguardia del proprio interesse economico, alla faccia della funzione sociale del servizio che svolge e perfino di quanto disposto dai vari DPCM e ordinanze. Ne è l’esempio più clamoroso il ricorso fatto al fondo di solidarietà e alle ferie d’ufficio, pur continuando a percepire per intero i fondi dalla Regione, senza tuttavia integrare la perdita salariale dei lavoratori. E ancora in violazione di quanto disposto dall’ordinanza della Regione Toscana, CTT Nord non ha riprogrammato il servizio in base alle mutate e specifiche esigenze di trasporto, non utilizzando il personale a terra per il necessario supporto ai conducenti costretti a gestire autonomamente le inevitabili continue criticità”.

“Per questo – prosegue la nota – l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un procedimento che con ogni probabilità si risolverà in sanzioni milionarie, ulteriore sperpero di soldi pubblici per la tutela di interessi del tutto privati”.

Lo sciopero si svolgerà per Livorno dalle 17:30 alle 21:30, per Pisa dalle 12 alle 16, per Massa dalle 13 alle 17. Restante personale: 4 ore a fine turno.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*