Salvetti: “Uscita con i figli, massima attenzione, non allentiamo le maglie”

Salgono di nuovo i casi in Italia, ma aumentano i tamponi

stalli blu incontro con tirrenica
Share

Pubblicato ore 21:36

Sono 259 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino; e 9 i nuovi decessi. Rispetto a ieri, i nuovi casi sono di nuovo in crescita. Questo si spiega con l’ulteriore aumento del numero di tamponi. Si passa dunque dai 196 casi di ieri ai 259 di oggi.

Di tamponi fino ad oggi risultati positivi al test, questa è la suddivisione per provincia di segnalazione, che non sempre corrisponde necessariamente a quella di residenza: 1.158 Firenze, 333 Pistoia, 290 Prato (totale Asl centro: 1.781), 771 Lucca, 611 Massa-Carrara, 491 Pisa, 295 Livorno (totale Asl nord ovest: 2.168), 263 Grosseto, 312 Siena, 343 Arezzo (totale sud est: 918).

Livorno e provincia vedono quindi una salita dei casi, ieri erano stati 280, quindi 15 in più rispetto a ieri.

A livello italiano salgono di nuovo i casi positivi, nella giornata di oggi sono stati 2937 contro i 2107 di ieri.

Il sindaco di Livorno Salvetti è intervenuto dopo la diffusione della circolare del Ministero dell’Interno relativa alla possibilità da parte dei genitori di uscire insieme ai figli minorenni per tratti molto brevi ed evitando assembranti. “Invito i cittadini livornesi – afferma – se decidono di uscire con i propri figli, così come è stato consentito dalle scelte del Governo, di usare la massima attenzione e di farlo per poco tempo, come precisa la circolare, rimanendo vicino a casa. La cautela deve essere massima e soprattutto il buon senso. Livorno finora ha risposto benissimo al DPCM “Io resto a casa”, con grande senso civico e rispetto delle norme. Bisogna proseguire su questa strada. Non possiamo pensare di allentare le maglie, l’emergenza è in corso ed il rischio di ammalarsi e diffondere il virus è molto alto”.

Anche l’assessore al sociale Andrea Raspanti invita i cittadini al senso di responsabilità: “Sappiamo che le famiglie con figli piccoli sono alle prese ogni giorno con varie difficoltà, non intendiamo sdrammatizzarle. Ma è importante, adesso più che mai, che ogni nostro gesto sia improntato al senso di responsabilità che finora abbiamo dimostrato adeguando le nostre vite a condizioni radicalmente nuove per ridurre al minimo la diffusione del virus. Più saremo diligenti, prima potremo sperare di tornare alla nostra quotidianità, che forse mai come adesso ci appare preziosa”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*