Riqualificazione di Via Grande approvata la mozione, si va verso il percorso partecipativo

A non piacere soprattutto l'idea del gres porcellanato

Un tratto dei portici di via Grande
Share
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Con 23 favorevoli, tre contrari  e un astenuto è stata approvata la mozione presentata dai consiglieri del Pd Francesca Pritoni, Carolina Marengo e Federico Mirabelli che hanno chiesto: “Di mettere in atto tutte le procedure amministrative necessarie per aprire un percorso di partecipazione rivolto agli ordini professionali, agli amministratori dei condomini interessati e a tutti cittadini per giungere a un risultato condiviso e complessivo sulla riqualificazione di tutta la via Grande“.

A votare a favore oltre al Pd anche Lega e Fratelli d’Italia, contrario il Movimento 5 Stelle.

“Quando a dicembre la passata amministrazione presentò il progetto già approvato ai cittadini durante un incontro partecipativo al Cisternino di Città – dice Pritoni – si levarono moltissime proteste perché si chiamava progetto di partecipazione ed era già stato deciso, proteste che sfociarono in una petizione popolare con più di 600 firme e, nonostante questo il 10 aprile venne fatto un nuovo incontro con la gara di appalto in corso e l’inizio dei lavori già predisposti per giugno. Noi crediamo che via Grande abbia bisogno di una riqualificazione ma solo attraverso un percorso di partecipazione”.

Cosa prevedeva il progetto di riqualificazione approvato dalla precedente amministrazione nel dicembre 2018? Rimozione della pavimentazione chiamata palladiana e sostituzione con il gres porcellanato effetto travertino.

La consigliera Pritoni ha poi letto il testo della petizione, di cui diamo nota delle parti più significative: “I cittadini chiedono che il progetto di riqualificazione dei portici di via Grande approvato dalla Giunta Comunale il 5 dicembre 2018 venga sospeso per aprire una seria fase di consultazione. I cittadini esprimono contrarietà della rimozione integrale della pavimentazione in palladiana, contrarietà alla sostituzione delle lanterne a sospensione ancora in essere in diversi tratti di via Grande. La via Grande ha sicuramente bisogno di una riqualificazione che deve però imprescindibilmente partire dall’ascolto della cittadinanza e dalla partecipazione”. Tuttavia ha anche sottolineato che: “Alcune idee erano state apprezzate dai cittadini, come le piazzette da realizzare agli incroci con via Grande”.

Carlo Ghiozzi (Lega): “Accogliamo con piacere questa mozione. Il progetto ha visto il grande contrasto dei cittadini e dei negozianti – e aggiunge – si potrebbe sperimentare la pedonalizzazione totale della via Grande con una riapertura della viabilità sui fossi.

Stella Sorgente del Movimento 5 Stelle: “È dal febbraio 2019 che sentiamo parlare di questa petizione, come previsto dallo statuto tutte le petizioni con oltre 500 firme devono essere sottoposte alla discussione e dopo si può presentare un atto che provi a riprendere i temi della petizione ma io questa petizione non l’ho vista all’ordine del giorno. Non capisco dove sia? Prima sarebbe più corretto attendere la petizione e poi discuterla”.

L’assessore alla pianificazione urbanistica  Giovanna Cepparello ha precisato: “La petizione era sulla scrivania dell’assessore Aurigi, è stata protocollata alla fine dello scorso mandato amministrativo – poi rivolgendosi a Sorgente – ci sarebbe da chiedersi, se mai, perché non è andata all’Ordine del giorno del consiglio comunale precedente?”.

Pietro Caruso, presidente del consiglio ha aggiunto: “Da regolamento e dallo statuto del Comune di Livorno al momento in cui cambia la consiliatura, automaticamente, tutte le questioni vengono annullate e si riparte da capo. Al momento in cui c’è un atto presentato successivamente dalla nuova consiliatura che ha lo stesso intento di quello che era la richiesta all’interno della petizione si può vedere di mantenerlo anche perché se no bisognerebbe ritornare a far firmare i cittadini”

È poi intervenuta Costanza Vaccaro (Lega): “Nella scorsa consiliatura la Lega non era rappresentata e quando dovevamo far valere certe nostre proposte andavamo in giro a raccogliere le firme come nel caso degli stalli blu abbiamo fatto varie petizioni che però l’ex amministrazione o non ha preso in considerazione o lo ha fatto con notevole ritardo, risultando poco attenta. Tutto ciò che va in discontinuità rispetto al progetto inverosimile della vecchia Giunta è ben accetto. Che questo percorso vada nell’ottica di riqualificare, ma che implichi abbellire e rendere più sicura la via Grande”.

“Mi chiedo al punto in cui siamo, con i contratti fatti, se sia ancora possibile tornare indietro? – si domanda Marco Talini (Pd) – Ai cittadini non è piaciuta l’idea della risistemazione della via Grande perché interrompe la storia di Livorno, pensare di cancellare la pavimentazione come se si trattasse di un cortile condominiale”.

La consigliera Sorgente ha espresso dubbi poiché non aveva notizie sul fatto che la petizione era stata protocollata.

“La petizione è stata protocollata il 16 aprile 2019 – ha detto Cepparello – e inviata al sindaco di Livorno che avrebbe dovuto girarla al presidente del consiglio comunale. Sicuramente se il consiglio comunale prende una posizione chiara nulla toglie che si possa procedere all’annullamento della gara, visto che la gara non è stata aggiudicata”.

Infine è intervenuto l’assessore alla cultura Simone Lenzi: “Ci prenderemo la responsabilità amministrativa di bloccare la gara, riteniamo utile che il consiglio si esprima su un tema del genere. Mi rivolgo al Movimento 5 Stelle dicendo che il gres porcellanato che fa il travertino è brutto, una scelta davvero infelice, va evitata in ogni modo”.

Esprimono dichiarazioni di voto favorevoli Pietro Tomei (Pd) e Andrea Romiti (Fratelli d’Italia). Contraria Stella Sorgente: “Voteremo contro, non ci convincono i costi di una eventuale riqualificazione della cosiddetta palladiana, che poi non è una reale palladiana, ci preoccupa anche l’eventuale aumento di costi che potrebbe prevedere e il prolungamento dei tempi”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*