Ripartenza Ippodromo Caprilli: previste corse estive e invernali, eventi e un maxi concerto (covid permettendo)

33mila spettatori totali che hanno partecipato a eventi e corse

Il pubblico di "Cortomuso" durante il concerto dei Coma Cose. Foto: G. Fallani
Share

Pubblicato ore 18:08

LIVORNO – “Corse estive in notturna e invernali, eventi culturali e spettacolari nei mesi più caldi e un maxi concerto (covid permettendo) con 10 mila spettatori”. A dirlo è il sindaco Luca Salvetti a conclusione dell’incontro di questa mattina, 26 gennaio, in sala Cerimonie nel corso del quale ha elencato i numeri della ripartenza dell’Ippodromo Caprilli. Dopo anni di chiusura il Caprilli ha riaperto le porte la scorsa estate per ospitare eventi culturali e spettacolari, basti ricordare la bella iniziativa di “Cortomuso” che ha portato a Livorno, nel mese di agosto, tanti musicisti di fama nazionale e internazionale come Manu Chao, e le corse a partire dall’8 novembre.

“Il 2021 è stato un anno impegnativo per l’Ippodromo Caprilli – ha spiegato Salvetti – abbiamo messo insieme i progetti, pubblicato i bandi di gara, affidato i lavori e iniziata la realizzazione. Nonostante i tempi stretti, grazie al lavoro di tutti, in estate siamo riusciti a riaprire i cancelli del Caprilli, a dimostrazione che se c’è la volontà le cose in questa città si possono fare, bene e in tempi brevi, come il rifacimento di piazza del Luogo Pio. Questo è un marchio che la mia Amministrazione intende dare a ogni percorso da intraprendere a beneficio di Livorno”.

Qui di seguito i numeri della ripartenza:

10 giornate di Corse
55 corse disputate
448 cavalli dichiarati partenti
320.400 euro di montepremi per stanziamento ordinario
42.900 euro di montepremi per handicap principali (Premio Inverno e Coppa del Mare)
60 addetti impiegati (totalizzatore, organizzazione corse, regia, bar, ditta pulizie)
280 addetti ai lavori (artieri, fantini, allenatori, personale Mipaaf, maestranze varie)
33.000 spettatori totali
20.000 spettatori per gli appuntamenti ippici
13.000 spettatori per concerti eventi e rassegne

Infine, per quanto riguarda il contenzioso che il Comune di Livorno aveva con la società Alfea, precedente gestore dell’ippodromo, il sindaco ha detto: “In bilancio erano stati accantonati 3 milioni di euro, ma alla fine, grazie al lavoro dell’ufficio Avvocatura del Comune, la sentenza definitiva è stata di 100 mila euro. In bilancio si sono così liberati 2 milioni e 900 mila euro. Con l’ultima finanziaria poi – ha aggiunto – con un emendamento del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali sono stati stanziati 7 milioni di euro da erogare in due anni agli ippodromi aperti nel 2021 e cioè Livorno e Palermo. I fondi stanziati dal Ministero saranno a disposizione della società Sistema Cavallo che gestisce il Caprilli. Inoltre tutti gli ippodromi italiani in funzione, a breve, potranno disporre della quota parte per la prossima stagione ippica decisa dal Mipaaf, tra questi naturalmente ci sarà anche il Caprilli. Questo è stato possibile grazie al lavoro di tutti coloro che si sono impegnati per la riapertura dell’Ippodromo Federico Caprilli, un bene prezioso che caratterizza la nostra città”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*