“Remi e vele per Livorno”, consegnati i fondi raccolti per Pediatria

Il ricavato dai modellini realizzati dai detenuti delle Sughere

remi e vele per livorno i modellini dei detenuti in mostra per pediatria
Alcuni modellini della mostra. Foto: Va. Cap.

LIVORNO – È di 2mila euro il ricavato della mostra “Remi e Vele per Livorno” pensata dai detenuti del Carcere di Livorno che si occupano di modellismo e finalizzata a raccogliere fondi per il reparto di Pediatria. Ieri mattina all’interno del Carcere delle Sughere sono stati gli stessi detenuti a consegnare la cifra al primario di Pediatria Fabrizio Gadducci.

I detenuti artisti

La mostra “Remi e Vele per Livorno” si è svolta a Natale e ha visto la partecipazione di tanti livornesi che hanno acquistato i modellini realizzati dai detenuti, in particolare quelli che riproducevano fedelmente le imbarcazioni (i “gozzi”) delle sezioni nautiche che partecipano alle gare remiere.

Un prezioso strumento

Il denaro raccolto sarà destinato all’acquisto di un delicato e prezioso strumento che monitora la crescita dei bambini con problemi di sviluppo, un dono di grande valore per la cura dei bambini ricoverati.

Alla consegna erano presenti direttore del carcere Carlo Mazzerbo e il garante dei detenuti Giovanni De Peppo, il presidente del Palio Marinaro Maurizio Quercioli e Silvia Ghelardi e Valeria Giachetti, presidente dei Libecciati Vip Livorno onlus, l’associazione di volontari “clown” che fanno divertire i bambini ricoverati in Pediatria.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*