Premio Rotonda. Ro-Art, Reset e Toscana Arte rispondono a Claudio Calvetti

"Rinnoviamo la nostra stima e contiamo su un suo ripensamento"

premio rotonda, ro art, reset, toscana arte rispondono a Calvetti
Il manifesto dell'edizione 2019
Share

LIVORNO – “Rinnoviamo la nostra stima e fiducia nei confronti di Claudio Calvetti, il nostro responsabile dell’organizzazione degli eventi. Comprendiamo il suo disappunto per la mancata citazione da parte degli organi di stampa e ne siamo sinceramente dispiaciuti, come dichiarato personalmente al diretto interessato”. Inizia così il comunicato apparso sulla Pagina Facebook del Premio Rotonda Città di Livorno e indirizzato all’artista e collaboratore degli eventi collaterali della manifestazione, Claudio Calvetti che, nei giorni scorsi, a causa di alcuni dissidi con l’organizzazione ha deciso di abbandonare l’incarico e di togliere i suoi quadri che si trovavano esposti alla Rotonda di Ardenza (leggi l’articolo) .

“Claudio – prosegue il comunicato – come tutti noi, ha dedicato professionalità ed impegno costante affinché gli eventi da lui curati e collegati al Premio Rotonda 2019 ne fossero il fiore all’occhiello. La riprova è stata la serata inaugurale, che ha raccolto grande successo. La sua, come la nostra opera di volontariato, non riceverà nessuna ricompensa materiale, ma unicamente un riconoscimento pubblico, che è quello che è mancato al momento al lavoro di Claudio Calvetti e di questo ce ne scusiamo dal profondo del cuore. Quella che non è mai mancata è la stima che tutti noi abbiamo per Claudio e contiamo su un ripensamento, anche per la partecipazione alla manifestazione pittorica, di cui è stato ed è un egregio animatore. Per questo abbiamo deciso di “occupare solo temporaneamente” il suo spazio con un pannello illustrativo della storia del Premio”.

“Le associazioni Ro Art, Reset e Toscana Arte “G. March” plaudono al grande afflusso di pubblico e confermano lo svolgimento dell’intero programma di eventi presso lo Chalet della Rotonda”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*