Premio Combat 2021 Arte Contemporanea, i nomi dei vincitori

Le finalità: dare visibilità ad artisti emergenti

I vincitori del Premio Combat 2021. Foto: Glauco Fallani
Share

Pubblicato ore 19:56

  • Niccolò Fallani
  • foto Glauco Fallani

LIVORNO – Anche l’arte torna con le premiazioni in presenza. Oggi, 9 ottobre, è stata la volta del Premio Combat 2021 presso il Museo Civico Giovanni Fattori ex Granai di Villa Mimbelli.

Hanno introdotto l’evento Giovanni Cerini, dirigente attività culturali del Comune, il quale ha parlato della gioia per attività in loco e delle difficoltà dell’anno precedente e l’Avvocato Luciano Barsotti, presidente della Fondazione Livorno, che ha esplicitato le finalità del premio ovvero dare visibilità ad artisti emergenti e documentare i diversi linguaggi artistici dell’Arte moderna.

Le selezioni dei vincitori sono state effettuate da: Kiki Mazzucchelli (curatrice indipendente, Londra – San Paolo), Francesca Baboni (curatrice indipendente), Francesca Canfora (curatrice indipendente), Lorenzo Balbi (direttore MAMbo, Bologna), Andrea Bruciati (direttore Villa Adriana e Villa d’Este, Tivoli), Davide Ferri (curatore indipendente) e Stefano Taddei (curatore indipendente).

Ecco, di seguito, i vincitori delle rispettive categorie scelti tra gli 80 finalisti (cliccare sul nome per vedere l’opera):

Video: Enrico Marcon, con un lavoro fatto di pochi elementi che danno un senso di freschezza e ironia. Apprezzato perché metafora sulla crisi dell’uomo contemporaneo post-pandemia, sfinito ma che ha ancora desiderio di emozionarsi. Menzione della giuria per Eleonora Luccarini.

Pittura: Francesco Casati. Il dipinto rappresenta due figure su uno sfondo indeterminato che fluttuano, sottoposte ad una forza che le allunga. Lo scontro fra le forze e il surrealismo è reso abilmente con una pittura stratificata. Menzione della giuria per Michele Savino.

L’opera vincitrice della sezione pittura

Disegno: Pierluigi Lanzillotta. La sua opera sovverte il significato di un celebre dipinto impressionista, gioca su realtà è inconscio, esplora un mondo sommerso che invita alla riflessione sulla dualità della vita. Menzione della giuria per Alessandra Brown.

Fotografia: Giulia Marchi, la quale ha stupito per la profondità della ricerca, ed ha saputo coniugare la riflessione sulla letteratura e filosofia con la resa formale dell’arte fotografica. Menzione della giuria per Elia Pinna.

Scultura e installazione: Luca Petti. l’opera dà voce alla natura pervasa dall’antropizzazione con garbo e sensibilità. Menzione della giuria per Giuseppe De Mattia.

Premio Poliart: Monica Agrico.

Premio Sac, che comporta la realizzazione di una mostra allo spazio Sac e la pubblicazione di un catalogo: Elena Shaposhnikova, per l’originalità dello sforzo umano di superare le barriere del vivere.

Premio Sac

Premio Art Tracker: Erica Pellicci e Marco Rossetti con la realizzazione di un paesaggio urbano disturbante, che crea spaesamento nello spettatore.

Giuria Popolare: Roberto Goldoni per la pittura, Jan Škop per le foto, Stefano Lepori per il disegno, Matteo Mauro studio per la scultura.

Le foto dei vincitori delle sezioni 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*