Piazza XX Settembre, telecamera e recinzione per Leopoldo II

Un intervento da 46mila euro in tutto

in piazza XX una recinzione per Leopoldo II
Il basamento di Leopoldo II appena restaurato

LIVORNO – La Giunta ha dato il via libera al progetto di realizzazione di una recinzione a protezione del basamento della statua di Leopoldo II di Toscana, il “Canapone” da poco restaurata, a cui si aggiungerà anche l’installazione di una telecamera di video sorveglianza.

Il monumento posto in piazza XX Settembre è stato restituito ai livornesi lo scorso 31 novembre, dopo un intervento che ha permesso l’eliminazione delle scritte che lo deturpavano, grazie a un cofinanziamento del Comune e dell’Associazione Soroptimist.

Un intervento da 46mila euro

L’ulteriore passo consiste in un intervento da 46mila euro in tutto che metterà in sicurezza la statua realizzata da Paolo Emilio Demi tra il 1831 e il 1842, che tutti i livornesi conoscono come “il Canapone”, con la realizzazione di un basamento in porfido di 15 cm di altezza, al di sopra del quale verrà montata una recinzione di circa 95 centimetri, distaccata 1 metro e 90 centimetri dal monumento.

Una videocamera di sorveglianza

“Dopo il restauro della statua molti cittadini ci hanno chiesto di intervenire per preservare la bellezza riconquistata e la nostra risposta non si è fatta attendere molto – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Aurigi – Per questo intervento abbiamo deciso di ricalcare il modello adottato per le due statue di piazza della Repubblica, dove peraltro Leopoldo II è stato collocato per un certo periodo. L’obiettivo principale è quello di garantire il giusto respiro al Canapone appena restaurato, ma anche il giusto rispetto dell’opera, evitando che ci si possa avvicinare troppo al basamento. Ovviamente la recinzione, insieme all’imminente installazione di una telecamera di video sorveglianza, servirà anche da deterrente contro i vandali e gli stupidi che in troppi casi hanno preso di mira i monumenti della nostra città”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*