Pasqua e pasquetta. I controlli della Polizia Municipale, sanzionati 15 livornesi

372 persone controllate e ispezioni per 148 punti vendita

coronavirus controlli
Share

Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – 372 persone controllate, ispezioni per 148 punti vendita, di cui 3 trovati aperti nel pomeriggio di pasquetta, 15 soggetti sanzionati per aver effettuato spostamenti senza giustificati motivi. È il bilancio della Polizia Municipale nel periodo pasquale compreso tra l’11 aprile e il 13 aprile. Tre giorni di prevenzione e controlli per far sì che fosse rispettato il distanziamento sociale necessario a contrastare la diffusione e l’aggressività del nuovo, comune nemico, il Covid 19.

Tra le persone sanzionate c’è stato chi è stato colto mentre faceva passeggiate troppo lontano da casa in località Monterotondo, una lunga pedalata distante dall’abitazione con la bici professionale e tanto di apposito abbigliamento da ciclista, l’irrinunciabile girata in auto con il fratello sul viale Italia, l’acquisto di una bottiglia di vino bianco presso un noto bar sulla costa che invece è chiuso, il giro in due sullo scooter. E non è mancato chi non ha voluto dichiarare per privacy dove si fosse recato. La fondatezza e veridicità di alcune autocertificazioni sarà vagliata con accurati accertamenti, ad esempio per chi ha dichiarato di recarsi al lavoro.

Per quanto riguarda le chiamate telefoniche in centrale operativa, ce ne sono state 270 nel giorno di sabato 11 aprile, 123 il giorno di Pasqua e 118 per Pasquetta, la maggior parte per chiedere informazioni. “I passaggi di veicoli registrati dalle nostre telecamere di videosorveglianza con lettura targhe – dichiara la comandante della Polizia Municipale di Livorno, Annalisa Maritan – sono diminuiti progressivamente: sono stati 71876 in data 10, 49598 in data 11, 13055 in data 12, e 12785 lunedì 13 aprile.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*