Paralimpiadi, dieci gli atleti toscani a caccia di medaglie

Per Livorno ci sarà Giulia Aringhieri per il Sitting Volley

Foto di Javier Robles da Pixabay
Share

Pubblicato ore 17:00

  • di Gianluca Donati

TOKYO – Si sono appena concluse le Olimpiadi 2020, che sono state posticipate ovviamente nel 2021 a causa della pandemia Covid-19. Ma le competizioni atletiche proseguono con le Paralimpiadi di Tokyo che avranno inizio oggi, 24 agosto, e si concluderanno il 5 settembre.

Tra gli atleti in gara a caccia di medaglie ben 10 sono toscani, dei quali, una proveniente da Livorno: trattasi di Giulia Aringhieri che si distingue nella disciplina del Sitting Volley (pallavolo paralimpica). Gli altri nove atleti sono: Giulia Bellandi di Pisa Sitting Volley; Matteo Betti, di Siena, scherma; Eva Ceccatelli, di Pisa, Sitting Volley; Sara Cirelli, di Pisa, Sitting Volley; Simone Ciulli, di Firenze, nuoto; Sara Morganti, di Castenuovo Garfagnana (Lucca), Sport equestri; Ambra Sabatini, di Grosseto, atletica. Gli ultimi due non sono nati in Toscana ma sono tesserati per società toscane, e sono: Pier Alberto Buccoliero, nato a Manduria (Taranto) che gareggerà nella specializzazione del triathlon, e infine, Nichy Russo (nato in Canada), atletica.

“Prendere parte ai Giochi – ha detto il Presidente della regione Toscana Eugenio Giani – è il coronamento del sogno di una vita. Sono convinto che il team toscano saprà farsi onore. Alle ragazze e ragazzi che porteranno a Tokyo un pezzetto di Toscana vorrei fare un grosso in bocca al lupo, con l’augurio alla spedizione italiana di ottenere tanti successi”.

Le Paralimpiadi sono entusiasmanti al pari delle Olimpiadi, ne sono il loro naturale proseguimento, e siamo sicuri che ci regaleranno ulteriori emozioni. Facciamo il tifo per tutti gli atleti azzurri, con una particolare predilezione, ovviamente, per i toscani.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*