Nuovo decreto Governo: Super Green Pass per bar e ristoranti anche all’aperto e sui mezzi di trasporto

Impianti sportivi al 50% all'aperto

Consumazione al tavolo per bar e ristoranti ma solo all'aperto
Share

Pubblicato ore 18:39

Approvato dal Governo il nuovo decreto per contrastare l’avanzata del Covid che si fa sempre più pericoloso. Tra le misure più importanti, in vigore dal 10 gennaio e fino alla cessazione dello stato di emergenza (fissata al 31 marzo 2022), ci sono l’estensione del Super Green Pass cioè vaccinazione o guarigione da Covid anche per chi sale sui mezzi di trasporto compreso quello pubblico locale e regionale (finora bastava un tampone negativo), per chi consuma in bar e ristoranti all’aperto, inoltre via libera ai prezzi calmierati per le mascherine Ffp2 che sono diventate obbligatorie sui mezzi di trasporto pubblico, si vocifera che il costo si aggirerà intorno a 1 euro.

Ma vediamo nel dettaglio le modifiche approvate

Green Pass rafforzato per: alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all’aperto; impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto. Inoltre il Green Pass rafforzato è necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

Quarantena: non si applica a chi è vaccinato con 3 dosi o con seconda dose entro 120 giorni cioè 4 mesi. Obbligatoria a 5 giorni e obbligo di tampone invece per chi è vaccinato da oltre 4 mesi con seconda dose. Necessario però indossare mascherina Ffp2 fino al decimo giorno successivo all’esposizione e dopo 5 giorni è necessario fare un test antigenico rapido o molecolare. Infine, per i non vaccinati rimane la quarantena di 10 giorni.

Impianti sportivi: si torna al 50% per quelli all’aperto, al chiuso si scende al 35% di posti a sedere.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*