Lunapark, musei, biblioteche, scuole di musica: le norme anti Covid-19 per ripartire

A breve sono previsti anche incontri con campeggi e parchi tematici

giovanni fattori
ipinto del Museo Civico Giovanni Fattori
Share

Pubblicato ore 18:45

TOSCANA – Lunapark e spettacoli viaggianti, musei e parchi archeologici, acquari con spazi espositivi al chiuso e giardini zoologici, scuole di danza e di musica, la loro riapertura prevede una serie di linee guida per contrastare il Covid-19. Le norme sono indicate in un’ordinanza che firmata oggi dal presidente della Regione Enrico Rossi e che prevedono disposizioni che riguardano gli accompagnatori e le guide turistiche, alpine e ambientali, le biblioteche e gli archivi.

A breve sono previsti anche incontri con campeggi e parchi tematici: “Abbiamo già fatto un incontro – dice l’assessore alla presidenza, Vittorio Bugli – e un protocollo è già pronto. Lunedì mi rivedrò con tutti operatori”. Lo stesso giorno è fissato un incontro anche con i balneari. Per le terme invece si lavora per definire linea guida sicure che possano anticipare la riapertura oggi prevista dalle disposizioni nazionali non prima del 15 giugno.

Al museo

– obbligo di mantenere una distanza di almeno un metro tra le persone, ma raccomanda, qualora possibile, il metro e ottanta;
Mascherine e igiene delle mani;
– ampliare gli orari di apertura o di gestire gli accessi su prenotazione;
– fissare un tetto massimo di persone contemporaneamente presenti nella struttura che non sia superiore ad un visitatore ogni dieci metri quadri;
– al guardaroba saranno consegnati sacchi di plastica dove riporre abbigliamento ed accessori;
– nel bookshop ci sarà l’obbligo di indossare guanti monouso per maneggiare libri ed oggetti;
– anche all’aperto si raccomanda di rispettare le stesse misure previste all’interno.

In biblioteca

– stesso metro d’obbligo (e un metro e ottanta raccomandato) di distanza, mascherina a coprire naso e bocca, sanificazione delle mani o in alternativa guanti monouso (obbligatori per la consultazione in sede e che saranno forniti dalla struttura);
– capienza: una persona (oltre a due operatori) ogni 40 metri quadri a disposizione;
– quarantena, tendenzialmente di dieci giorni, per i libri che usciranno dalla biblioteca. Raccomandato l’inserimento del materiale che rientrerà dal prestito esterno e interbibliotecario o che la biblioteca acquista o riceve in dono, in appositi locali e buste di plastica.

Lunapark

– si dovrà mantenere la distanza di un metro (meglio un metro e ottanta) nei viali, in coda ma anche sulle attrazioni, dove di conseguenza potranno ridursi i posti per giro;
– obbligo di mascherina, pannelli di separazione alla cassa, gel o guanti monouso per tutti;
– fratellini e genitori che accompagnano bimbi piccoli non saranno naturalmente obbligati a mantenere la distanza tra di loro; – – uscite ed entrata di ogni attrazione dovranno essere separate e gli ambienti e le strutture dovranno essere igienizzati (anche solo con candeggina) più volte al giorno e lasciati poi asciugare prima di potere essere di nuovo utilizzati.

Guide turistiche

– i gruppi accompagnati da guide dovranno utilizzare la mascherina: sempre in spazi chiusi ma anche all’aperto quando sarà impossibile mantenere la distanza di almeno un metro (raccomandato, anche in questo caso, il metro e ottanta). I bambini fino a sei anni i disabili sono esclusi dall’obbligo;
– i partecipanti potranno essere sottoposti al controllo della temperatura;
– igienizzare le mani ogni volta ed evitare lo scambio di materiali tra persone;
– audioguide e supporti informativi potranno essere utilizzati solo se adeguatamente disinfettati prima di ogni nuovo utilizzo;
– nel caso di uso di veicoli, valgono per le distanze tra le persone e la capienza le norme generali.

Scuole di musica e di danza

– scuole di musica o di danza. Ferma restando la sospensione delle attività delle istituzioni di alta formazione artistica, i corsi (come quelli di musica o di danza, ma anche quelli di pittura o, per fare altri esempi, di fotografia, recitazione e lingue straniere) potranno riprendere: solo con lezioni individuali però, utilizzando con proporzionalità e adeguatezza le misure anti-contagio già previste per ambiti analoghi.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*