A Livorno si discute del futuro del Mediterraneo con “Medì”

Venerdì 9 e sabato 10 marzo città a confronto

medì

LIVORNO – Cosa sta succedendo nel Mediterraneo? Livorno, Salonicco, Barcellona, Tripoli. E ancora Palermo, Tunisi, Marsiglia, Cagliari e Lesbo, Siracusa e Tel Aviv. Guardando il mare dalle città che si affacciano sulle sue coste, l’orizzonte appare mutevole e confuso, mentre sulle rive e sulle strade di questi antichi centri urbani, si riversano le paure e le speranze di uomini e popoli, provenienti da almeno tre continenti.

Venerdì 9 e sabato 10 marzo il futuro del Mediterraneo saranno al centro di “Medì” che, su iniziativa della Comunità di Sant’Egidio e con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Livorno, chiama a confronto a Livorno, nell’auditorium della Camera di Commercio e nella Sala Convegni Lem, autorevoli esponenti di queste città per ricostruire, insieme alla situazione attuale del Mediterraneo, il volto che le città hanno oggi, i cambiamenti in atto e quali scelte possono essere suggerite per valorizzare ed esprimere l’”anima”, vale a dire l’identità, la storia, la cultura con cui questi originali angoli del mondo si presentano sullo scenario globale.

I lavori avranno inizio venerdì 9 marzo alle ore 16.30 nell’auditorium della Camera di Commercio, con la relazione introduttivo di Mario Giro, vice ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, dopo il saluto del vescovo Simone Giusti e del sindaco Filippo Nogarin. Quindi tavola rotonda sulle “Città di Carta” con giornalisti (Giuseppe Rizzo, Palermo; Khalifa Abo Khraisse, Tripoli; Luigi Vicinanza, Livorno) e scrittori (Shukri al-Mabkhout, Tunisi; André Ughetto, Marsiglia).

Sabato 10 marzo, nella Sala Convegni Lem, alle 10.30 il primo panel sul tema “Verso una nuova cittadinanza”, con Eric Kempson (scultore, Lesbo); Moussa ‘Ndyaie (Associazione Cosas, Cagliari); Diana Tchamitchian (architetto, Barcellona); Daya Majidi (imprenditrice, Livorno). Nel pomeriggio, il secondo confronto, su “La città mediterranea: il mercato, la piazza, il mare”, al quale prenderanno parte Vasiliki Galani (architetto, Salonicco); Denise Ulivieri (storica dell’architettura, Salonicco); Vito Martelliano (urbanista, Siracusa); Rachel Gottesman (storica, Tel Aviv). Alle 19.30 la chiusura dei lavori con degustazione delle cucine del Mediterraneo (necessaria l’iscrizione al desk accoglienza del convegno).

Medi è una rassegna annuale di incontri e manifestazioni, promossi dalla Comunità di Sant’Egidio, per lo sviluppo di legami tra le città del Mediterraneo. Collaborano la Diocesi di Livorno, il Ministero dei Beni e della attività culturali e del turismo, Ini Livorno.

Iscrizione al convegno: all’ingresso, presso il desk accoglienza, oppure per emailsantegidiolivorno@gmail.com.  Segreteria organizzativa: Comunità di Sant’Egidio, via Carraia, 2 – 57123 Livorno, tel. 0586.211893 – Fax 0586.069959, santegidiolivorno@gmail.com -www.santegidio.org.

Info: tel. 0586.820500, cultura@comune.livorno.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*