Livorno Calcio, presentata la nuova formazione

Il Mister: "Pretenderò il massimo sacrificio dai giocatori"

livorno calcio presentazione nuova formazione
Tutta la squadra. Foto Fulciniti
  • di Simone Fulciniti

LIVORNO – Quando il pullman della squadra giunge in piazza del logo Pio, la folla dei tifosi scoppia in un boato. L’amore per i colori amaranto supera ogni confine, e lo spettacolo di suoni e colori che giunge dal popolo labronico ne è l’ennesima conferma. I giocatori si allineano in attesa di essere chiamati sul palcoscenico, mentre l’esperto giornalista Fabrizio Pucci introduce quello che accadrà durante la serata.

Il massimo dai giocatori

Roberto Breda. Foto Fulciniti

I primi a salire in passerella sono dei giovanissimi ‘modelli’ che indossano le maglie ufficiali per la stagione 19-20. L’applauso sorge spontaneo. Poi è la volta dello staff tecnico, guidato dall’amatissimo mister del Livorno Calcio Roberto Breda. “Ho molta fiducia in questo gruppo di ragazzi – spiega al microfono – , e per questo motivo da loro pretenderò il massimo sacrificio, partita dopo partita. Solo questo conta, arrivare al fischio finale stremati, coscienti di aver dato tutto. Le chiacchiere servono a poco, l’importante sono i fatti”.

Breda non ha una tabella di marcia, il suo credo è basato sul lavoro giornaliero e sulla crescita costante. “Il campionato di B è notoriamente difficile, ed è impossibile fare pronostici: perché puntualmente non verranno rispettati. Noi dobbiamo diventare una ‘squadra’, come lo scorso anno. Affronteremo una partita per volta, com’è giusto che sia. Non posso dire ora dove arriveremo”.

Il Pisa

Le sfide col Pisa stanno al centro del pensiero collettivo. “Saranno due gare toste, cercheremmo di giocarle al meglio, perché siamo coscienti del loro peso specifico. La speranza è che alla fine sarete orgogliosi di quello che abbiamo saputo fare”.

Obiettivo: riempire lo stadio

Foto Fulciniti

Una bagno di folla che apre di fatto le porte alla stagione. “Sono contento di questa serata – conclude il mister – , soprattutto per i nuovi che avranno modo di capire fin da subito la realtà che li circonda. Città come Livorno hanno dietro le spalle una grande tradizione, e il nostro obiettivo è riuscire a coinvolgere più gente possibile, riempire lo stadio a suon di belle prestazioni: solo in questo modo la squadra potrà crescere e diventare più forte”.

I giocatori

E la volta dei calciatori, che, singolarmente, vengono accolti da vere e proprie ovazioni. Le facce sono quelle giuste, le strutture fisiche adeguate. Tanti giovani certo, ma anche qualche esperto di spessore come gli ultimi arrivati Mazzeo e Morganella. C’è anche Plizzari, il portiere gioiellino proveniente da Milan.

I tifosi tributano cori anche all’estremo delle ultime stagioni Luca Mazzoni (che sta affrontando un momento professionalmente complicato) e al compianto Piermario Morosini ‘sempre con noi’.

La parola al sindaco

L’ultima parola, non senza difficoltà (considerando il frastuono gioioso proveniente dalla piazza), è per il sindaco Luca Salvetti. “ Non ho strumentalizzato il Livorno Calcio durante la campagna elettorale – precisa -, mi è sembrata la scelta più giusta. Ma oggi torno ad essere un tifoso che può parlare, ed esprimere le proprie emozioni per questa bellissima squadra”. Stasera amichevole di lusso, Livorno – Fiorentina, Armando Picchi, ore 21.

Galleria fotografica

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*