Il Jolly Acli Basket supera l’Athena Roma regalando emozioni

Una partita ricchissima di spunti e di colpi di scena

Jolly acli batte l'Athena Roma

Il Jolly Acli Basket Livorno supera l’Athena Roma 66-61, e mette in saccoccia altri due punti dal valore inestimabile. Una partita ricchissima di spunti e di colpi di scena, una girandola di belle emozioni, giocata davanti ad un pubblico caloroso.

La cronaca

Primo quarto. Le ospiti, giunte in toscana con qualche defezione, partono forte, e, dopo una fase di parziale equilibrio, riescono a scavare un buon solco, con le ‘lunghe’ protagoniste di ottime giocate. Al 5’ si registra il primo vero break, 7-15, che prima Orsini e poi Tripalo tentano in qualche modo di arginare. Ma Roma non molla, attacca bene e raggiunge il suo massimo vantaggio sull’11-23. Sembra il preludio ad un monologo: solo la tripla di Bindelli sulla sirena riaccende lievemente le speranze labroniche (17-25).

Secondo quarto. L’Acli appare più tonica, e comincia a rosicchiare qualcosa (22-28). Qualche palla persa di troppo rilancia le avversarie (22-30). Ma un finale incisivo porta a raccogliere qualche frutto. Ceccarini dalla lunetta, e si va all’intervallo sul 27-30.

Terzo quarto. Quello che accade in questo frangente ha del prodigioso. Una bomba di Mandroni (30-30), da il là ad un dominio totale labronico: un parziale di 17-2, fatto di triple, contropiedi, canestri da ogni dove. Roma si affida alle mani di Masic, troppo poco per bloccare la furia rosablù. L’ennesima transizione, stavolta con Maffei, chiude la galoppata: 55-41, con un 28-11 che non ammette repliche.

Ultimo quarto. Sembra finita, ma non lo è affatto: l’Athena è una signora squadra ed intende dimostrarlo. Parte forte, 0-5, e mina le certezze delle padrone di casa, che si incuneano in una strada apparentemente senza uscita: nessun canestro nei primi sei minuti e le ospiti tornano sotto con veemenza (55-50). Occorre tutta la classe di ‘Bubins’ Orsini per abbattere l’incantesimo, e prima con un piazzato e poi con la tripla, fornisce ossigeno puro ai segnati polmoni livornesi (60-54). Anche Tripalo colpisce dalla lunga, subito imitata da Masic e ad 1’22 dalla fine siamo ancora sul 63-59. Livorno sbaglia quattro tiri liberi consecutivi, ma alla fine, mette in campo il massimo sforzo che le permette di agguantare il prezioso 66-61 finale.

MVP

La straripante Lisa Tripalo che, con 17 punti, 11 rimbalzi e 9 assist, va ad un soffio da una tripla doppia da antologia.

“Una partita con alti e bassi – commenta Elisa Maffei – , iniziata male, eravamo giù di tono ed abbiamo subito troppi punti. Fattore che non possiamo permetterci. Tuttavia siamo state brave a reagire, difendendo come sappiamo fare, con aggressività. Le abbiamo scavalcate, tenendo duro nella parte finale per non farci riprendere. Sono molto soddisfatta e contenta”.

Il tabellino

Acli: Ceccarini 7, Naffai 4, Bindelli 10, Simonetti, Orsini 13, Tripalo 17, Collodi 4, Sassetti, Lucchesini 8, Mandroni 3. All. Pistolesi, Ass. Puntoni.
Athena: Masic 16, Panniello , Pepe, Introna 11, Cutrupi 11, Raiola, Bernardini, Vanin 9, Angelini 2, Perrotti 12. All Goccia. Ass. Innocenti.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*