Commissione emergenza abitativa: approvate le prime graduatorie

Presentare opposizione alle graduatorie entro il 22 febbraio 2018

mozione sfiducia

LIVORNO – La Commissione emergenza abitativa ha approvato le prime graduatorie relative alle domande di richiesta abitativa presentate a seguito dell’Avviso pubblicato il 26 giugno dello scorso anno. Le istanze (che erano pervenute entro il 25 settembre 2017) sono state inserite in due graduatorie distinte: la Graduatoria emergenza abitativa e la Graduatoria sfratti (riservata a coloro che sono, o sono stati, inseriti dalla Prefettura negli elenchi di esecuzione con la Forza Pubblica e il cui sfratto non è stato eseguito da più di un anno).

Coloro che sono inseriti nella Graduatoria emergenza abitativa potranno avere accesso a soluzioni tipo Centri di accoglienza/alloggi in coabitazione, e solo, ove posseggano anche i requisiti per l’edilizia residenziale pubblica, potranno accedere anche ad un alloggio popolare. Attraverso la Graduatoria sfratti invece verranno attribuiti gli alloggi ERP destinati dalla legge regionale a coloro che sono sottoposti a sfratto con la Forza pubblica determinato esclusivamente da morosità incolpevole o finita locazione.

La pubblicazione delle due graduatorie, per finalità di tutela della privacy, avviene con modalità riservata e l’istanza è riconoscibile attraverso il numero identificativo della “ricevuta” consegnata al momento della presentazione della domanda. Per consultare le graduatorie clicca qui.

È possibile presentare opposizione alle graduatorie entro il 22 febbraio 2018. Le domande presentate dopo il 26 settembre 2017 saranno inserite negli aggiornamenti periodici delle graduatorie, che saranno effettuati circa ogni 2 mesi. Il prossimo aggiornamento è previsto per i primi di aprile 2018. Quelle presentate invece prima del 25 giugno 2017 sono state archiviate d’ufficio. Si sottolinea l’importanza per il cittadino di comunicare all’Ufficio qualsiasi cambiamento della situazione familiare e di rinnovare l’ISEE per l’anno 2018. 

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*