Ippodromo Caprilli: taglio del nastro a Ferragosto, per ora niente corse

Si guarda a novembre, dicembre per la partenza delle corse

L'Ippodromo. Foto: G. Donati
Share

Pubblicato ore 10:33

  • di Gianluca Donati

LIVORNO – All’ippodromo Caprilli non si correrà al momento, ma la struttura verrà inaugurata ufficialmente con il taglio del nastro il giorno di Ferragosto, lo ha annunciato ieri, 13 agosto, il sindaco di Livorno, Luca Salvetti durante una conferenza stampa

No alle corse, dunque, come tanti speravano e come avrebbe voluto l’amministrazione comunale, ma questo mancato obiettivo non è attribuibile all’amministrazione, e non deve smorzare gli entusiasmi, perché comunque il Caprilli finalmente riaprirà e potrà essere usato per eventi particolari, in attesa che cavalli e fantini possano tornare a correre lungo la pista.

“L’ippodromo Caprilli è riaperto da tempo come parco pubblico, con gli spettacoli e gli eventi – ha detto Luca Salvetti – Il 15 di agosto, alle ore 19.30, noi andiamo a fare il taglio del nastro ufficiale di questa struttura rinnovata, recuperata e funzionante. È una struttura restituita alla città, un lavoro di recupero che ha visto impegnate decine e decine di persone, aziende che voglio ringraziare per la passione che ci hanno messo. Il 15, non ci saranno le corse, nonostante l’ok del ministero ma il percorso di recupero e di rivalorizzazione delle nostre realtà più belle, almeno fino a quando ci sarò io, chiamato a rappresentare questa città, continuerà. Ci sarà una rassegna che sta per partire, che ha una sorpresa finale: il primo concerto internazionale che torniamo a fare a Livorno con Manu Chao, che ieri sera ha, in 48 ore, esaurito tutti i biglietti, e questa è un’altra soddisfazione (Si tratta di Cortmuso che si terrà al Caprilli dal 20 al 29 agosto. Leggi il programma completo, n.d.r.). Il nostro auspicio è che a novembre e dicembre saremo pronti per ripartire con le corse”.

Il sindaco ha risposto anche alle polemiche sollevate dagli animalisti: “In realtà le motivazioni che in questo comunicato il presidente di questa associazione solleva, sono infondate; la pista non rappresenta problemi o rischi per i cavalli. In secondo luogo hanno posto obiezioni relative al caldo incredibile che ci sarebbe in queste settimane. Ma c’è una precisa circolare del ministero, che è stata inviata a tutti gli ippodromi con precise tabelle che incrociano dati di temperatura e umidità, e ci dice in che fascia siamo, e ogni ippodromo a secondo della fascia deve prendere delle determinate decisioni. Questo comune vuole bene agli animali come pochi, e lo ha dimostrato in tutti gli atti che ha fatto a cominciare dall’aver sbloccato dopo vent’anni la realizzazione e l’apertura del canile comunale”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*