Il Cisternino di Città si tinge dei colori LGBT contro il Congresso di Verona

Su Facebook il video della vicesindaco Stella Sorgente

il cisternino di città si colora con la bandiera lgbt contro il congresso di verona
Il Cisternino di Città illuminato
Share

LIVORNO – Rosso, rosa, blu, verde, arancione, il Cisternino di Città ieri sera si è tinto dei colori della bandiera LGBT.

“Mentre Verona inneggia alla “dittatura della famiglia moderna”, divorzista ed allargata, a Livorno il Cisternino, simbolo di cultura, partecipazione e libertà, si tinge di arcobaleno. Livorno è la città dei diritti civili, la città aperta delle “livornine”. È il posto in cui le famiglie sono così tradizionali, che si amano i figli di tutti, anche quelli che il tuo compagno ha avuto dalla sua ex. In cui si fa posto a tavola quando i nonni e gli zii si moltiplicano”. Sono le parole di Stella Sorgente che, ieri sera, ha postato sul suo profilo Facebook Stella Sorgente Vicesindaca di Livorno un breve video che mostra l’edificio illuminato con i colori dalla bandiera arcobaleno e sotto le parole appena riportate.

“Livorno è la città in cui si riconoscono, e si uniscono civilmente, tante coppie dello stesso sesso. E non deve cambiare” ha poi concluso Sorgente.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*