Gruppo riqualificazione Borgo: “Tra le idee sistemare la chiesa di via degli Asili”

Formato da Antonio Morozzi e Luigia Scerra, tante iniziative in programma

gruppo borgo
Antonio Morozzi e la piccola chiesetta. Foto: Valeria Cappelletti
Share
  • di Valeria Cappelletti:

LIVORNO – Promuovere una serie di iniziative che mirino a creare un legame tra i cittadini del quartiere Borgo Cappuccini, è questo l’intento del gruppo di studio sul quartiere creato da Antonio Morozzi e Luigia Scerra. “Abbiamo visto che nel quartiere le persone non parlano tra loro – ha detto Morozzi – pertanto ho cominciato a fare studi mirati e mi sono interessato ai vari problemi che affliggono Borgo”. Si tratta: “Di un percorso partecipativo per arrivare alla creazione eventualmente di un comitato, in base alle persone che riusciremo a coinvolgere – ha precisato Scerra – intanto il nostro primo obiettivo è parlare con le persone“.

Interno della chiesetta. Foto: Valeria Cappelletti

Tra i primi passi che il gruppo vorrebbe portare a termine c’è anche quello di occuparsi della piccola chiesa che si trova presso il Circolo Marucci, in via degli Asili, dove ha sede il gruppo: “L’idea è provare a vedere di restaurarla attingendo a un progetto patrocinato da Ipolis, legata all’Unipol, che dà 50mila euro a fondo perso a 8 progetti in cui si prende un edificio legato alla cultura o culturale per riqualificarlo per il quartiere. Vorremmo ricrearci il teatro che c’era già negli anni ’90, la chiesetta sta andado alla malora, se l’intervento non viene fatto in tempi brevi poi ci sarà di più da fare. Questo Circolo – ha proseguito Morozzi – è l’unica realtà di aggregazione del quartiere, unico posto per riunirci, ci sono compleanni ogni giorno, gli anziani vi svolgono molte attività, qui c’è già una bella parte che funziona e vorremmo ampliare le attività anche per i più giovani”. Intanto Antonio Morozzi ha realizzato un murale sulla parete del Circolo per renderlo più accogliente e già sta pensando a un’altra opera.

Il murale sulla facciata del Circolo. Foto: Valeria Cappelletti

Ma le idee non finiscono qui: “Proprio per far interessare gli abitanti più giovani – ha continuato Morozzi – da dicembre una domenica al mese creeremo un luogo di aggregazione all’interno della Cantina Senese con assaggi di formaggi, artisti che suonano e interventi del quartiere, sul sociale, sugli anziani e dell’Assoociazione Invalidi Civili (Anmic) con cui collaboriamo e poi abbiamo in cantiere un progetto per uno spettacolo davanti all’Odeon per cercare di riqualificarlo visto che è in uno stato di degrado”.

Non solo, il gruppo si è anche occupato dei problemi relativi alle barriere architettoniche e alla viabilità di Borgo: “Abbiamo creato un questionario sociale che a poco a poco distribuiremo ai residenti, una prima parte già durante la prima riunione, – ha detto Morozzi – e una volta raccolti i dati cominceremo a trattarne i temi agli incontri. Per adesso ciò che emerge dai primi risultati è che i cittadini chiedono più sicurezza e parcheggi, si tratta di un Borgo e bisogna puntare sulla viabilità pedonale. Inoltre, collaborando con Anmic, ho fatto uno studio sulle barriere architettoniche e ce ne sono moltissime, i marciapiedi sono pieni di buche, per esempio sugli Scali Manzoni. Altro problema molto sentito dai residenti è quello degli stalli blu che sconvolgeranno il quartiere, ci vorrebbe un maggiore coinvolgimento dei cittadini, anche perché lo stesso Movimento 5 Stelle nel loro programma alla pagina 4 ha scritto che ogni cambiamento della città verrà fatto interpellando prima i cittadini, ma sulla questione stalli poco è stato detto, non se ne sa niente”.

© Vietata la riproduzione

2 Comments

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*