Gli alunni del Niccolini Palli premiati per l’alternanza con gli anziani

Il loro videoracconto sul tema dell'amore

Gli alunni della terza liceo
Share

LIVORNO – Nonni e studenti uniti insieme in un rapporto di affetto e di cordialità da cui è nato un videoracconto. Un’esperienza che gli alunni della terza liceo Scienze Umane dell’Istituto Niccolini Palli hanno fatto nel corso dell’alternanza scuola lavoro svolta presso la casa di riposo “Villa Serena“. Per il loro videoracconto la Camera di Commercio ha deciso di assegnare un premio di 500 euro.

L’amore non ha età

Il tema prescelto è stato l’amore, con le sue mille domande e sollecitazioni. Con una serie di interviste flash che fanno sorridere, ridere apertamente ma anche riflettere, gli studenti hanno messo a confronto anziani, adulti e giovani, scoprendo una cosa: il fattore età diventa ininfluente quando si parla di sentimenti ed emozioni, e chi ha più anni ringiovanisce di colpo.

Attenzione e sensibilità verso gli anziani

Lo stage, dal quale i ragazzi hanno ricavato un racconto filmato, fa parte di un insieme di attività che il Liceo svolge nella Residenza Sanitaria Assistita, condotte dalla docente Franca Guidi e dalle educatrici di Villa Serena, volte ad accrescere l’attenzione e la sensibilità verso gli anziani. Tra ragazzi e “nonni” è nato un rapporto cordiale e affettuoso, tanto che alla cerimonia di premiazione è intervenuta una rappresentanza di ospiti della RSA: Maria Grazia Testa, di 84 anni, e Silvana Gabriellini, quasi 94enne.

La cerimonia si è svolta nella sede del Liceo dell’Istituto: dopo il saluto del preside Carmine Villani, è stato il vicepresidente della Camera di Commercio Alberto Ricci a consegnare ai ragazzi il maxiassegno di 500 euro.

Un lavoro di squadra

“La Camera di commercio tiene molto al rapporto con il mondo della scuola – ha detto Ricci – Oggi più che mai c’è bisogno che la scuola sviluppi le soft skill, competenze trasversali tanto più preziose in un periodo come il nostro caratterizzato da frequenti cambiamenti, che richiedono grande capacità di adattamento. Voi ragazzi – ha continuato Ricci – con il lavoro che avete qui rappresentato avete dimostrato la capacità di lavorare in squadra, una competenza indispensabile per qualunque lavoro andiate a svolgere in futuro”. Il dialogo, la capacità di mettere al centro la persona sono gli aspetti che ha messo in luce Gloria Cappagli, professionista, presidente della commissione esaminatrice dei video racconti.

Il Premio Storie di Alternanza è una iniziativa promossa a livello nazionale da Unioncamere, che con cadenza semestrale viene proposta agli Istituti tecnici e ai Licei e che culmina con la premiazione a Roma dei migliori video racconti. Il progetto dei ragazzi del Niccolini-Palli è stato selezionato a livello locale dalla Camera di commercio della Maremma e del Tirreno, impegnata attivamente sul fronte del rapporto con le scuole del territorio.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*