Giovanni Marradi, scoperta la vera data di nascita del letterato livornese

A darne notizia dopo una lunga ricerca è Matteo Giunti

Giovanni Marradi. Foto: G. Donati
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – 21 settembre 1851 questa è l’effettiva data di nascita di Giovanni Marradi, a scoprirlo è stato Matteo Giunti di Livornogen e presidente dell’Associazione Livorno delle Nazioni. La bella notizia è avvenuta a seguito di un lungo periodo di ricerche. Marradi dunque non sarebbe nato il 21 settembre 1852 come riportato anche su una delle targhe che oltre al nome dell’illustre concittadino riporta la parola “poeta”, seguita dalle date 1852-1922 e l’indicazione “già Via Ricasoli”.

Giunti, in seguito all’intervento di restauro del Lions Club Livorno del famedio di Montenero (che verrà inaugurato a breve), così dice: “Qualche settimana fa, proprio questa iniziativa degli amici del Lions mi aveva spinto autonomamente a ricontrollare le date dei vari concittadini che riposano al Famedio, in qualche pausa della mia normale attività di ricercatore e genealogista specializzato su Livorno. Controllo rapidamente, quasi distrattamente, le nascite del settembre 1852, certo di trovare immediatamente l’atto di Giovanni Marradi, e invece no, non lo vedo. Scorro in avanti e indietro, qualche giorno, qualche settimana, poi qualche mese. A marzo del 1853 trovo la nascita del fratello Temistocle, e questo è un problema: rende di fatto biologicamente impossibile che Giovanni Marradi possa essere nato nel settembre precedente”.

“A questo punto il mio semplice controllo di routine diventa una ricerca approfondita – prosegue – che porta dopo alcune ore al ritrovamento dell’effettiva nascita di Marradi, esattamente un anno prima, il 21 settembre 1851, battezzato poi in Duomo quattro giorni dopo, col nome di Giovanni Giuseppe Raffaello. Però ancora ci credo poco, quindi Marradi è in realtà nato l’anno prima, ma come è possibile che si sia tramandato un tale errore per un personaggio così noto? E poi, chi ha fatto questo errore e perché? Guardo le pubblicazioni del Marradi stesso, le note biografiche tracciate dagli amici mentre era in vita (come quella di Guido Mazzoni del 1887), e anche quelle in suo onore dopo che era morto, infine gli articoli dei quotidiani in occasione della sua morte e del funerale, scritti nei giorni 6 e 7 febbraio del 1922, con diverse note biografiche e date e persino la descrizione del tubo di zinco contenente una pergamena artistica con l’iscrizione supervisionata dalla moglie stessa del Marradi, Lilia Foraboschi, che fu inserita nella bara e che riporta addirittura un’altra data: 20 settembre 1852, forse un refuso del quotidiano. Tutto questo, che non è poco, porta a una sola possibile conclusione, a mio parere: la data di nascita di Giovanni Marradi non la sapeva neanche lui, e quindi neanche i suoi congiunti e tutti gli amici e chiunque altro poi. Ma come è possibile?”

“Dunque i fatti e i documenti, a distanza di 170 anni, rivelano che Giovanni Marradi è nato il 21 settembre 1851. Mi rimane, come sempre, la curiosità di capire come mai nessuno abbia verificato, e d’altronde mi conforta nell’idea che forse a qualcosa il mio lavoro serve” conclude Giunti.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*